Attori e cantanti

Attori e cantanti

Allegri e Spalletti, vicini e lontani: tra mestieri e provocazioni, due conferenze all’insegna dello sfottò

Il campionato è ancora molto lungo, questo lo sappiamo un po’ tutti ormai. Ergo, Juventus-Roma di domani non è decisiva come si vuole far credere. Certo, i bianconeri hanno la ghiotta occasione di innescare un’importante fuga in cima alla classifica, ed è anche vero che almeno sulla carta posseggono la rosa qualitativamente più forte dell’intero torneo. Di contro i giallorossi vogliono mantenere vivo il campionato e intatte le loro plausibili ambizioni da Scudetto.

Le due compagini si affronteranno domani sera ma, nel frattempo, un’altra bella sfida è già andata in scena. Davanti ad una folta platea di giornalisti sia Massimiliano Allegri che Luciano Spalletti si sono dati qualche pugno metaforico, anche se scherzoso. Il match è terminato con un pareggio che sostanzialmente non toglie equilibrio alla sfida di domani. Nessuno prevale nella comunicazione pre gara, ognuno con il suo stile: Allegri pacato ma ficcante, Spalletti istrionico e quasi poeta. In questo, entrambi risultano essere molto toscani. Un pregio, s’intende.

Allegri

E così, secondo Allegri, “Spalletti è indubbiamente un grandissimo allenatore, a volte anche un grande attore“. Ed in effetti il tecnico romanista quest’anno le ha davvero sperimentate tutte: dalle perle di saggezza in conferenza alle metafore più sgraziate, passando per i rompicoglioni di Emerson e il rigore netto contro la Sampdoria. Anche oggi lo showman non si è fatto attendere, con una risposta che ha generato l’ilarità dei giornalisti: “Ha detto che sono un grande attore? Perché non mi ha sentito ancora cantare!“.

Un modo forse diverso e divertito di sfidarsi, tra due uomini che in effetti fanno parte della stessa barca. In attesa che anche Allegri, prima o poi, ci conceda qualche sbroccata in diretta, magari in stile Mancini contro la Calcagno, Spalletti conta di far divertire ancora tanto tifosi e appassionati. Poi certo, Juventus-Roma si gioca domani. Anche se in realtà, forse, la partita più bella si è già giocata oggi, tra due bomber certificati.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy