Dinamo Zagabria, picchiato l’allenatore Cvitanovic

Dinamo Zagabria, picchiato l’allenatore Cvitanovic

Incredibile quanto successo in Croazia: l’allenatore della Dinamo Zagabria ed ex giocatore del Napoli Cvitanovic picchiato dopo una partita di coppa nazionale

La storia che stiamo per raccontare ha dell’incredibile. Cosa pensereste se i tifosi della squadra per cui tifate/giocate picchiassero il loro stesso allenatore, ferendolo gravemente? Sembra una follia eppure è ciò che potrebbe essere successo al tecnico della Dinamo Zagabria Mario Cvitanovic. Il tecnico, che può anche vantare un passato da calciatore in Italia con le maglie di Verona, Venezia, Genoa e Napoli, è stato vittima di un vero e proprio assalto di alcuni supporters del club, che lo hanno brutalmente pestato nella tarda serata di ieri.

Come riporta Ansa.it, l’allenatore è stato circondato da alcuni facinorosi dopo una partita di coppa di Croazia all’esterno dello stadio ed è stato brutalmente picchiato tramite alcune mazze di ferro. Cvitanovic è dovuto andare in ospedale: fortunatamente le sue condizioni non sarebbero tanto gravi da fargli rischiare la vita ma il croato ha riportato varie lesioni e una mano fratturata. Gli aggressori, secondo la polizia locale, sarebbero stati due, entrambi a volto coperto. I due però non sono stati ancora identificati dalle forze dell’ordine. Proprio oggi, peraltro, il tecnico ha tenuto una conferenza stampa sull’accaduto.

Cvitanovic

Un gesto che pare inspiegabile ma a cui ci si sforza di trovare una ragione nelle cattive acque in cui la Dinamo Zagabria ha spesso navigato negli scorsi anni. Il club è finito spessissimo nell’occhio del ciclone per via di alcune situazioni poco chiare riguardanti scandali legati e corruzioni. I tifosi organizzati del club hanno sempre visto negativamente l’attuale proprietà e forse la frangia più violenta degli stessi ha visto uscire dal recinto due “cavalli pazzi” che hanno preso un’iniziativa personale. C’è da dire però che non è la prima volta che si verifica una situazione del genere: già qualche mese fa, in Bosnia, l’ex direttore esecutivo Mamic era stato gambizzato in circostanze poco chiare. Per adesso, comunque, ci limitiamo a dare il nostro in bocca al lupo all’ex calciatore del Grifone e degli azzurri, sperando che guarisca in fretta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy