“Es tu colpa”: ADL vs Higuain

“Es tu colpa”: ADL vs Higuain

Ancora una volta Higuain non ha perso tempo nell’accusare il suo ex Presidente. Ma qual è la verità dietro tutto questo astio tra le due parti?

Noi pensavamo che Wrestlemania si fosse già disputata domenica scorsa ma, a quanto pare, non avevamo fatto i conti con Napoli-Juventus di Coppa Italia. La gara ha visto i partenopei vittoriosi ma al tempo stesso eliminati dalla competizione, con la Juve che si è aggiudicata la Finale di coppa. La notizia del giorno è però quella riguardante una faida che sembra destinata a non finire mai: quella tra Gonzalo Higuain (anzi, i fratelli Higuain) e Aurelio De Laurentiis.

La cessione di quest’estate ha lasciato vari strascichi e nessuno ha dimenticato: né i tifosi del Napoli, che non hanno riservato un’accoglienza proprio amichevole – ma comunque nell’ambito della correttezza – al loro ex idolo, né Higuain, che non si è fatto troppi problemi a purgare la sua ex squadra per 4 volte in stagione, siglando persino una doppietta ieri. Ebbene, dopo la prima rete è partito l’attacco al patron azzurro: Higuain, pur non esultando sguaiatamente, indica con un dito la tribuna vip, “casa” di De Laurentiis. Secondo Higuain, che aveva fatto lo stesso anche nel riscaldamento, è lui il vero colpevole della cessione. Tanto che l’argentino urla “es tu colpa!” all’indirizzo del suo ex Presidente.

Higuain

Contemporaneamente, invece, il fratello del Pipita, l’agente Nicolas, twittava in maniera particolarmente antipatica proprio contro ADL, dimostrando che forse qualcuno dovrebbe togliergli i social network dalle mani (in molti ricorderanno, ad esempio, un suo famoso tweet dopo Udinese-Napoli proprio contro la Juventus). ADL, invece, ha preferito non commentare il gesto del Pipita – anche se su Twitter ha bloccato il fratello-agente – così come Reina nel post match. L’impressione è che l’ambiente interno alla società voglia dimenticare una pagina ancora dolorosa.

Ma perché tutti questi bisticci da bambini dell’asilo? Diciamo che le teorie più accreditate sono due:
1) Higuain vuole una squadra vincente e quindi investimenti su top player. ADL dice no perché punta al progetto imprenditoriale, Higuain chiede la cessione anche per via di alcuni commenti poco eleganti del patron sulla sua forma fisica.
2) Higuain vuole un aumento di ingaggio e i diritti d’immagine, ADL glieli nega e il ragazzo va alla ricerca dell’ultimo contratto milionario della carriera, che arriva dalla Juventus. De La non vuole venderlo ma rimane fregato dalla clausola rescissoria.
E la verità? Qual è?
Probabilmente la verità sta nel mezzo, come in tutte le cose. Una concatenazione di fattori, insomma. Almeno, però, il main event di Wrestlemania è stato più divertente e simbolico. Questa sembra solo una faida che coinvolge tre personaggi con grandi difetti e incoerenze. E l’impressione, peraltro, è che tutto questo livore dovrà continuare ad esistere ancora per un po’ di tempo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy