Italiane alla riscossa: viviamo il sogno

Italiane alla riscossa: viviamo il sogno

Analizziamo insieme i gironi di Champions ed Europa League che coinvolgono le italiane, mai come quest’anno favorite per la conquista di un titolo

I sorteggi di Champions League ed Europa League hanno sorriso alle squadre italiane: Juventus, Napoli, Roma, Fiorentina, Inter e Sassuolo hanno pescato raggruppamenti che, a parte pochissime eccezioni, non possono che confermare la strada tracciata da ieri per le nostre compagini, ovvero quella della fortuna. Dopo tanti anni di sorteggi orribili, questa volta la strada per le nostre squadre sembra davvero spianata. L’unico pericolo reale stavolta è l’autosabotaggio: problematica da non sottovalutare, certo, ma che può essere evitata attentamente dalle sei rappresentati del nostro paese. E guardando la composizione dei gironi si intravede qualcosa di positivo all’orizzonte: questo si che può essere davvero il nostro anno.

Concentriamoci prima sulla Champions League: la Juventus, in prima fascia, praticamente avrà a che fare con tre squadre nettamente inferiori. Se Dinamo Zagabria e Lione non possono rappresentare una problematica per i bianconeri, qualche affanno potrebbe crearlo il Siviglia, soprattutto nella gara di ritorno. L’anno scorso proprio gli andalusi costarono il primo posto alla Juve nel suo girone, sancendo di fatto con il senno di poi l’eliminazione agli ottavi dei Campioni d’Italia. La Vecchia Signora avrà il dente avvelenato, questo è certo. Per quanto concerne invece il Napoli, gli azzurri pescano un girone sostanzialmente equilibrato ma evitano praticamente tutte le squadre più forti della prima fascia: Benfica, Dinamo Kiev e Besiktas sono avversarie assolutamente alla portata, che possono creare qualche problema solo nelle gare in trasferta. La squadra di Sarri può non solo passare il girone ma addirittura vincerlo: tutto starà nella testa dei calciatori.

Inter

Capitolo Europa League. Roma e Fiorentina non dovrebbero avere troppi problemi: i giallorossi pescano il girone dell’oratorio con Viktoria Plzen, Austria Vienna e Astra, tutte squadre nettamente inferiori. Anche la viola con PAOK, Slovan Liberec e Qarabag non può e non deve temere nulla. Inter che se mentalizzata a dovere potrà senz’altro superare con pochi problemi il raggruppamento che la vede insieme a Sparta Praga, Southampton e Hapoel Beer-Sheva. Qualche problema in più per il Sassuolo che dovrà vedersela con Athletic Bilbao, Genk e Rapid Vienna ma che soprattutto nelle partite in casa può assolutamente farsi valere.

In sostanza, ci ritroviamo con una situazione assolutamente positiva tra le mani: almeno 5 delle 6 squadre italiane in Europa possono vincere il loro girone, addirittura potenzialmente tutte possono qualificarsi. Anzi, sarebbe un fallimento qualora l’ultima opzione citata non avvenisse. Ovviamente, più squadre portiamo ai turni eliminatori e più aumenta la possibilità di vederne una in finale. E chissà che finalmente una compagine nostrana non torni ad alzare un trofeo europeo dopo ben 6 anni dall’ultima volta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy