Meglio Vardy che mai

Meglio Vardy che mai

Il miracolo nel miracolo: Jamie Vardy è l’emblema perfetto del titolo del Leicester

Del miracolo Leicester si è già parlato più che ampiamente, e di certo non è il caso di farlo ancora. Del giocatore simbolo dell’impresa, però, è bene discutere ancora. A volte il calcio è davvero un gioco strano e Jamie Vardy ne è la perfetta esplicazione: la sua storia la conosciamo tutti, così come il suo ruolo da underdog verso il trionfo con il club e la conquista della Nazionale. Anche solo ad una rilettura rapida, possiamo capire come quella di Vardy sia la più bella favola nella favola mai vista.

Il ragazzino dal carattere poco facile, ma con una grande passione che gli dà la forza per non mollare. Le qualità intrinseche, la voglia di emergere, il percorso epico da signor nessuno a bomber letale. Il sogno di Vardy è il sogno che vorrebbe vivere chiunque, dal bambino che gioca alla tedesca con i suoi amici all’anziano signore consumato da lavoro e frustrazioni, che rivive in lui le aspirazioni di una vita. E, sia chiaro, non è assolutamente solo una questione di talento: parafrasando un famoso film, “la volontà è tutto” (Batmanfag here). La grande forza in grado di muovere montagne, di cambiare concetti e spostare confini. Certo, non è stato tutto rose e fiori, ma la consacrazione è arrivata lo stesso. Forse tardi, forse no. Di certo meritata, desiderata e plasmata da un self-made man tra i più straordinari della storia recente.

A.F.C. Bournemouth v Leicester City - Premier League

Non vogliamo assolutamente credere che questa storia sia già finita: il percorso di crescita di Vardy può e deve continuare, magari già con l’Inghilterra agli Europei. Per incorniciare una stagione da sogno, per dimostrare che non è stato solo un caso. Per far capire a tutti che non si è mai troppo “vecchi” per inseguire i propri obiettivi. E quindi va bene così Jamie, meglio Vardy che mai.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy