Messi vs Ronaldo? Un Clasico, tra numeri e sfottò

Messi vs Ronaldo? Un Clasico, tra numeri e sfottò

Mancano ormai poche ore a quella che, di fatto, è la partita di calcio più importante del mondo: due club rinomati, tantissimi campioni e due fuoriclasse assoluti del rettangolo verde. Lionel Messi e Cristiano Ronaldo si sfidano per l’ennesima volta, a colpi di magie, numeri e statistiche. In una lotta che più va avanti e più sembra non aver modo di terminare mai.

Catalogna contro Castiglia, blancos contro blaugrana. Ma è inevitabile che l’attenzione vada soprattutto sui due giocatori più forti del mondo ed entrambi, ovviamente, hanno un impatto mastodontico sulla partita: tra record da battere e vittorie da conquistare, la fatica passa in secondo piano. Lionel Messi è presente in due classifiche particolari, ovvero quella delle presenze totali nel Clasico e quella delle reti. Nella prima risulta essere l’unico giocatore ancora in attività nelle due squadre, nelle posizioni più alte, a poter battere il record che attualmente appartiene al madrileno Manuel Sanchìs: 43 le presenze dell’ex difensore, 30 quelle del fuoriclasse argentino che, però, diventeranno 31 con quella di oggi. Per quanto riguarda i marcatori nelle gare ufficiali Messi è invece addirittura al primo post: il numero 10 ha infatti staccato da un po’ Alfredo Di Stefano con i suoi 21 gol. Ad inseguirlo, però, è proprio Ronaldo: CR7 è terzo, al pari del ritirato Raul, con 15 reti. Entrambi miglioreranno senz’altro i loro numeri, e ciò testimonia la clamorosa importanza che questi due calciatori posseggono in questo momento storico per il nostro sport in quella che, senza alcun dubbio, è la rivalità più feroce e qualitativa da anni, un dualismo secondo solo a quello tra Maradona e Pelè.

Clasico

Ovviamente, nel bailamme, si inseriscono fan boy dalle differenti fazioni. Gli sfottò sono svariati: si passa dal Messi Man Of The Match anche in contesti ridicoli quali partite di campionati esteri, una gara di basket o il Premio Oscar, a sottolinearne la “mania” di premiarlo anche quando non lo meriterebbe, arrivando poi al Penaldo, ovvero un Ronaldo che segna fin troppo spesso avvalendosi dei calci di rigore. Su internet la sfida è appena cominciata. Noi, invece, attendiamo il responso del campo. Ma, a prescindere da tutto, sia Messi che Ronaldo sono destinati a restare campioni senza tempo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy