Mr. Bee rivela perché non ha preso il Milan

Mr. Bee rivela perché non ha preso il Milan

Dopo mesi e mesi di silenzio, finalmente Mr. Bee rivela perché non si è appropriato del Milan. E la “colpa” sembra essere di Silvio Berlusconi (e non solo)

Almeno per adesso, il Milan sembra essere finalmente in acque sicure (?) dopo l’approdo della nuova proprietà cinese, la quale ha rilevato il club dalla vecchia proprietà Berlusconiana. Dopo tantissimi mesi fatti di indecisioni e pseudocomplotti, i rossoneri potrebbe vivere sogni tranquilli per un po’, come si può notare anche dall’ottimo mercato svolto sino ad ora. Il grande deluso della situazione è ovviamente l’imprenditore Bee Taechaubol, conosciuto dai più come Mr. Bee, che pareva essere il favorito all’acquisto del club ma che poi si è tirato indietro all’improvviso.

Il thailandese ha spiegato proprio oggi, in un’intervista all’Indipendent, il perché di questa decisione: sostanzialmente, la “colpa” sarebbe proprio di Silvio Berlusconi, almeno secondo Bee. “Ci eravamo accordati per l’acquisto del 51% del Milan, ma poi il presidente non ha avuto il coraggio di separarsi dal Milan. Non voleva vendere la maggioranza, non ha voluto rinunciare al controllo su qualcosa che aveva costruito per 30 anni”, ha spiegato l’imprenditore.

AC Milan v Malaga CF - UEFA Champions League

Nonostante questo, la trattativa sembrava andare avanti: “Abbiamo concordato l’acquisto della minoranza: la nostra offerta era del 48%. Una settimana prima della chiusura, però, Citic – la banca che avrebbe dovuto finanziare l’acquisto – disse che avrei dovuto collaborare con Suning, Fosun o Citic International. Ma per noi questa ipotesi non aveva più senso: erano aziende che volevano fare l’affare per se stesse. Successivamente vennero trovati altri fondi, pronti da trasferire, ma il problema al cuore che colpì Berlusconi cambiò le carte in tavola. Decise di cedere tutto il Milan, al 100%. Ma a quel punto non me la sono sentita: non avrebbe avuto senso fare l’operazione senza Berlusconi, senza un partner italiano. Sarebbe stato un rischio troppo grande”.

Infine, Bee dice la sua sulla nuova proprietà: Cosa penso di Yonghong Li? Come detto io non sarei andato avanti nell’operazione ma evidentemente hanno avuto le loro ragioni. Sono stati bravi a ottenere i soldi necessari in poco tempo. Sono convinto che con la giusta strategia il Milan tornerà al top“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy