Pato il cinese: un talento perduto

Pato il cinese: un talento perduto

Anche Alexandre Pato finisce in Cina: una carriera, la sua, costellata da tanti infortuni e da promesse mai mantenute

Ci siamo trovati già svariate volte a parlare della Cina e del nuovo punto di riferimento che questo Paese rappresenta per quanto concerne il mondo del calcio. Tantissimi i giocatori che stanno andando a giocare in un campionato che, per ora, si presenta come ricco e decisamente poco impegnativo. Uno tra gli ultimi ad aver capito che la Cina può essere il futuro è il brasiliano Alexandre Pato: il carioca sta per lasciare il Villarreal per accasarsi al Tianjin, squadra allenata dal nostro Fabio Cannavaro. Un epilogo decisamente inatteso per un calciatore che poteva ambire a ben altri traguardi, almeno in teoria.

In molti ricordano ancora l’arrivo di Pato in Italia, al Milan: gara d’esordio da predestinato contro il Napoli, poi una serie di prestazioni eccellenti. Il brasiliano, però, è sempre stato fragile: in rossonero colleziona infortuni muscolari continuamente, giocando in pratica metà delle partite a sua disposizione. Da promessa del calcio mondiale Pato diventa ragazzo problematico, eterno infortunato. Persino il Milan non ci crede più e lo cede al Corinthians. Da qui inizia forse la parabola discendente di un ragazzo che avrebbe dovuto spaccare il mondo. Il ritorno in Brasile da una parte lo rigenera ma dall’altra lo priva dell’attenzione necessaria per tornare grande.

Pato

Così Pato torna in Europa, per cercare di nuovo la gloria. La strada lo porta a Stamford Bridge, ma col Chelsea saranno solo 2 le presenze (con una rete, su rigore). L’ultimo tentativo è quello di quest’estate, al Villarreal: inizio non male, poi progressivamente in calando. Ora per Pato si aprono dunque le porte del nuovo mercato del calcio. In Cina le soluzioni sono due: rilancio per l’Europa o “pensione” dorata per il resto della carriera. Un vero peccato, perché Alexandre Pato avrebbe forse meritato qualcosa in più. Qualcosa che, inevitabilmente, non potrà più avere dalla sua carriera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy