Top 5 dei migliori numeri 10 dell’Italia

Top 5 dei migliori numeri 10 dell’Italia

Nella storia della nostra Nazionale i campioni decisivi, quelli con in dote gol, assist, giocate, di certo non sono mai mancati. L’Italia ha alle spalle una storia gloriosa di fuoriclasse impattanti e mai banali, calciatori che facevano la differenza e trascinavano la squadra. Il giorno dopo la vittoriosa campagna di Baku che ha permesso alla Nazionale Italiana di qualificarsi in modo ufficiale ad Euro 2016, celebriamo cinque di questi campioni in una Top 5 dei migliori numeri 10 dell’Italia, tenendo conto di numerazioni canoniche e di una parvenza di continuità. Molti gli esclusi eccellenti: autentici fuoriclasse come il “Pelé bianco” Valentino Mazzola, suo figlio Sandro che ha reso celebre la staffetta con un altro fenomeno che citeremo di seguito, l’oriundo Sivori, il famoso vizio di Gianni Agnelli, il Pibe di Bari Vecchia Antonio Cassano. Questi sono solo alcuni dei nomi non inseriti nella seguente top 5. Tranquilli, le ingiurie le abbiamo già messe in conto.

 

5) ANTONIO DI NATALE – Magari non altisonante come altre possibili scelte, ma Di Natale ha dei numeri che parlano chiaro: 207 gol in Serie A, sesto miglior realizzatore della storia, due vittorie consecutive nella classifica cannonieri, ottavo nella classifica dei migliori marcatori italiani della storia. In Nazionale ha spesso indossato il numero 11 ma anche il 10, più nello specifico nel disastroso Mondiale del 2010 in Sudafrica. La sua storia con la Nazionale non è eccelsa, così come per un altro escluso eccellente come Antonio Cassano, ma la sua carriera ha parlato per lui. E continua a farlo.

4) GIANNI RIVERA – Primo Pallone d’Oro italiano, 20° nella classifica dei migliori giocatori del XX° secolo, presente nella Hall Of Fame del calcio nostrano e nei Fifa 100, bandiera del Milan, numero 10 della Nazionale al Mondiale del 1974. Se non basta questo…

3) ROBERTO BAGGIO – Il Divin Codino apre il podio. Abbiamo ancora negli occhi e nella mente le splendide giocate di USA ’94. Purtroppo, insieme alla doppietta contro la Nigeria e al resto, c’è anche il rigore contro il Brasile. Ma i rigori li sbaglia solo chi è abbastanza coraggioso da tirarli. E un campione come Roberto Baggio, uno dei più forti calciatori italiani di sempre, resterà indiscutibile per tutta la vita.

2) ALESSANDRO DEL PIERO – Alla pari di Baggio, Del Piero è a quota 27 il quarto miglior marcatore nella storia della Nazionale. Giocatore sublime e delicato, in Nazionale forse non ha mai inciso come fatto nella Juventus ma il suo apporto è sempre stato utile alla causa. Le sue statistiche restano la testimonianza più bella di quanto fatto per l’Italia, dato che con 91 presenze Del Piero risulta essere anche nono nella classifica dei calciatori azzurri con più presenze. Un punto fermo della Nazionale, un fuoriclasse assoluto del suo tempo.

1) FRANCESCO TOTTI – Il dualismo con Del Piero è sempre stato forte negli anni, ma scegliamo Totti principalmente per un motivo e uno solo: a differenza di Del Piero e di Baggio, il Re di Roma ha vinto un Mondiale con il numero 10 in spalla e da protagonista. Vi avevamo parlato proprio pochi mesi fa del suo rigore contro l’Australia, ma dovremmo citare anche i quattro assist decisivi dispensati nel corso della competizione. Inoltre, Totti è stato l’unico calciatore dell’Italia da quando esiste la numerazione fissa a portare la numero 10 sulle spalle per tre competizioni ufficiali di fila: Mondiali 2002, Euro 2004 e Mondiali 2006. Un vero e proprio pezzo di storia e, probabilmente, il migliore tra i numeri 10 nella storia dell’Italia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy