Viola di rabbia

Viola di rabbia

Questo calciomercato estivo sta diventando un vero e proprio incubo senza fine per tutti i tifosi della Fiorentina, che stanno vedendo smantellata la squadra.

Generalmente il calciomercato è il periodo più bello per un tifoso: arrivano grandi giocatori, quelli meno voluti vengono sbolognati ad altre squadre e il caldo estivo viene affievolito dalle trattative più inverosimili ma anche incredibilmente reali (ad esempio Bonucci al Milan è certamente un affare che può rientrare in questa categoria). Non sempre però il calciomercato risulta essere un momento da sogno per un tifoso medio. Soprattutto quello di quest’anno si sta rivelando un vero e proprio incubo per i tifosi della Fiorentina che, piano piano, stanno vedendo letteralmente smantellata la squadra delle ultime due stagioni.

In principio ci fu l’addio con il tecnico Paulo Sousa, poi è iniziata una vera e propria ecatombe di calciatori: da quelli meno importanti (come Salcedo e Diks) alle vere e proprie bandiere del club. Gonzalo Rodriguez è tornato in Argentina dopo che la società non gli ha rinnovato il contratto, Borja Valero sarebbe stato quasi costretto dalla società stessa ad andare via – precisamente all’Inter – mentre Bernardeschi è ormai praticamente una giocatore della Juventus, mancano soltanto le firme. In tanti ancora, peraltro, potrebbero partire: Kalinic si è in effetti promesso al Milan, Vecino sarebbe ad un passo dall’Inter mentre Chiesa sarebbe finito nel mirino del Napoli, che intenderebbe prenderlo post preliminare di Champions League.

Bernardeschi

Nel frattempo, la Fiorentina sta prendendo quasi esclusivamente giocatori poco conosciuti, per non dire assolutamente sconosciuti: i vari Zekhnini, Hristov, Gaspar, Hugo, Milenkovic e Graiciar non sono di certo nomi che fanno impazzire la piazza. Secondo molti la Fiorentina è destinata ad un campionato di transizione per la prossima stagione, secondo altri invece i giocatori giovani comprati in questa sessione di mercato potranno dire la loro in maniera sorprendente. Almeno per adesso, però, il tifoso viola non può che essere arrabbiato per un mercato che, sulla carta, è sicuramente al di sotto delle aspettative.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy