I dieci motivi per cui si aprono solo articoli con 10 cose da vedere

Eccoci, siamo qui con un interessantissimo articolo con un bel 10 cose nel titolo. Quando vedi quel 10 (o un 8 o un 9 e così via) non ti sale quella voglia controvoglia pigra pigra del tipo mah una cliccatina gliela dò lo stesso? Se ricadete in quel caso, questi sono proprio i 10 motivi per cui lo state facendo. Attenzione: l’autore si assume tutta la responsabilità per le cazzate in seguito riportate

1 – Perché si spera sempre che qualcuno ricordi ancora almeno una volta bomber dimenticati quali Carmine Esposito, Hendrik Larsson o Igor Simutenkov.

2 – Perché in fondo se sono dieci cose almeno una volta le minne della Ratakosjik bene o male e’ probabile che ci siano.

3 – Perché quel 10 vi fa pensare a Giovanni che piange con troppi ricordi scritto sotto pensando ai 10 dei vari Baggio, Del Piero e Ciccio Cozza.

4 – Frosinone culone.

5 – Perché piuttosto che leggere un articolo lungo meglio 10 cose marce buttate assieme alla cazzo che me le sfoglio col dito unto di una sottomarca di fonzies scaduti di bassa lega.

6 – il sesto motivo non esiste.

7 – Se state pensando che anche il settimo motivo sia fasullo, allora probabilmente vi sentite un po’ come il Palazzi o il Guariniello della situazione che a conti fatti hanno indagato su qualcosa che alla fine alcuni ricorderanno come uno scandalo, altri come una causa senza consistenza, con la realtà delle cose che sta tra colpevoli innocenti e innocenti colpevoli che si scambiano a vicenda i ruoli senza che sia possibile capirci qualcosa in nessun modo.

8 – Perché avete il condividi facile e i 3 mi piace di fiducia che vi rendono orgogliosi come aver vinto 8 Champions League mutano la vostra giornata da di merda alla Dan Bilzerian per 0 secondi.

9 – “Vedendo che le costituzioni del mondo sociali sono state periodicamente riviste determinati regole, non per ultima anche quelle tecniche del gioco del calcio, e non vedo perché non bisogna essere fiduciosi in un giudizio non più oggettivo, perché mi sembra che anche questa responsabilità oggettiva dove trasferimenti di giocatori oramai di… e di di tifosi, che viaggiano da tutte le parti del mondo. Perché vedo già che, anche tra di voi che chi dis: “Va be’, le regola sono queste” Ah be’, le regole nell’ottocento uno faceva una cosa, lo prendevano, lo impiccavano senza giudizio, perché perché era questo. Questo mi sembra che sia un periodo in cui si discutono molte cose a livello sociale in tutte le parti del mondo e, non per ultimo, stiamo vedendo cosa che qualche decennio fa, per esempio in America, tanto per citare una cosa, forse Clinton era messo già in una certo modo. Oggi anche Clinton, aspetta aspetta vediamo un po’ quali sono le cose giuste o non giuste. E questo è una una una cosa forse detta così, una boutade del momento”.

10 – Perché in fondo purtroppo la tristezza di una lettura superficiale e sbrigativa è nettamente dominante sulla voglia di conoscere, imparare e scoprire cose nuove. A volte la risata veloce è sana e immancabile, ma tristemente la superficialità è ormai diventata la regola. Il mondo va già bene così, gioco a calcetto, bevo con gli amici, mi sgramuglio la bomberina di turno e via discorrendo. A pochi interessa davvero scoprire il sogno magico nascosto dietro al vento, al sole ed alle stelle, a pochi interessa davvero pensare che la voglia di comprendere e sperimentare il mondo al di là dell’esistenza di tutti i giorni forse è più importante dell’esistenza stessa. E con questo chiudo la polemica tra me e il sottoscritto.

 

Articolo del defunto N.R

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy