Voglio un inverno come Graziano

Da quando è approdato in Cina Graziano Pellè è definitivamente uscito dai nostri radar calcistici. La sua vita però, pare decisamente non averne risentito.

Per noi Graziano Pellè è ancora lì fermo a Bordeaux, a mimare l’inopinato gesto del cucchiaio a un baldanzoso Neuer. L’ascesa ai vertici del calcio europeo dell’allora 31enne Pellè, mai espressosi a pieno nel Vecchio Continente e soprattutto in Italia, si conclude in quell’istante. Comincerà in compenso poco dopo la conquista del suo impero cinese.

Sfrutterà una delle ultime campagne faraoniche di “shopping” della Chinese Super League, ora più parsimoniosa, per grassare il contratto della vita. 15 milioni di euro all’anno e passa la paura del Nuovo Mondo.

Il moderno Marco Polo col capello ingellato ha da poco chiuso la sua prima stagione completa nel campionato cinese e si è lasciato andare alle meritatissime vacanze. Un attimo. Come vacanze? Eh sì, perché il super competitivo torneo asiatico dura da marzo a novembre, lasciando ai suoi privilegiati esponenti internazionali almeno tre mesi d’inattività.

Il buon Graziano, a questo punto, ha preso armi e bagagli e si è spostato prima in California, e poi in Messico in compagnia della sua splendida Viky Varga, modella ungherese che già abbiamo avuto il piacere di conoscere proprio nei giorni dell’Europeo. Se pensavate dunque che l’estate fosse l’unica stagione di bagordi per gli eroi del pallone, vi sbagliavate.

Per Graziano e gli altri esuli cinesi si preannuncia un inverno da invidiare fino al midollo. Poi c’è chi come Pato ne approfitta per andare a pesca conciato così… ma questo è un altro discorso.

patochi

GUARDA ANCHE:

IL BOMBER DELLA DOMENICA: IL MIRACOLOSO DE SCIGLIO

FALCINELLI’S WAY. LA SUA ANGELA È DA SOGNO

MARIA GARCIA IN CAICEDO… LA PREFERITA DAGLI AQUILOTTI

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy