Voglio una vita esagerata, voglio una vita come Van Der Wiel

Voglio una vita esagerata, voglio una vita come Van Der Wiel

Quando ti svegli il lunedì mattina con lo stesso entusiasmo di Zeman di fronte a una sigaretta elettronica e ti muovi nel traffico con l’agilità dell’Alonso di quest’anno, in cuor tuo sogni di cambiare vita. Ti perdi a occhi aperti al tavolinetto del baretto, mentre leggi la pagina “campionati esteri” della Gazza, immaginando come sarebbe potuta essere una vita da Bomber Internazionale.

Pensi a quella volta che hai visto la casa, le fighe, le macchine, i vestiti, la piscina,la barca di Cristiano Ronaldo in televisione. Ti ricordi di quando Ozil faceva le staffette con l’aereo privato per tampinare la Yespica. Immagini cosa si possa provare a incutere timore nel prossimo come fa Zlatan Ibrahimovic, dicendo al Re di Svezia che a Parigi il Re sei tu, “biondino”! o a vivere come monumento in carne e ossa come fanno Totti o John Terry (Anche se Wayne Bridge ci piscerebbe su quest’ultimo monumento). Pensi a come sarebbe diventare il semidio di ragazzini con l’apparecchio e taglio di capelli da censura come ha fatto Neymar (probabilmente c’è di meglio…poi però ripensi alle fighe di Neymar). Guardi poi a David Beckham, che con il calcio ci ha campato discretamente e adesso può guadagnare perfino di più e dominare in un “buco” mica da niente come Los Angeles.

Pensi a tutto questo e…ti sbagli. Ti sbagli come facevo io fino a ieri. Sogni di essere qualcosa che non ti renderebbe davvero felice. Finiresti per ritrovarti logorato dalle pressioni e dalle domande di Nebuloni.

Ancora una volta per fortuna la comunità dei Bomber mi ha aperto gli occhi. Tra i commenti al video dell’#escile revolution (ah, tra l’altro. Serriamo i ranghi e non molliamo!) è comparso il generoso invito di un Bomber a visionare la “dotazione” di una prosperosa fanciulla. Con gioiosa sorpresa, dopo aver rimesso in sede la mandibola, ho capito che la suddetta fanciulla, modella internazionale, è anche la compagna di Gregory Van Der Wiel.

rosebom

Questo “clic” mi ha fatto comprendere come, fino a quel momento, mi fossi sbagliato. io non voglio essere Il Ronaldo o il Messi di questo mondo. Voglio vivere da Van der Wiel.

All’inizio anche solo per sapere cosa si prova a svegliarsi al fianco di questa Venere riccia. Poi però ho approfondito l’analisi e il quadro si è presentato ancor più chiaro. Van der Wiel, per vivere, fa il terzino destro del Paris Saint Germain. In pratica fa avanti e indietro per un po’ di volte fingendo di buttarsi nella mischia. In realtà quasi subito scopre di avere Ibra, Cavani e Di Maria davanti e Thiago Silva da parte…e in quel momento, diciamo, sa di poter stare tranquillo.

vdw

Campionato e Coppa li vince gratis e, di conseguenza, un paio di bei festoni all’anno e qualche premio dallo sceicco se li spara senza problemi. Ah! lo sceicco gli allunga anche quattro milioni all’anno. Gioca pure in Nazionale ma, essendo olandese, l’anno prossimo vacanze lunghe.

Infine poi, se ti sei svegliato di fianco a Rose Bertram, tendenzialmente è perché condividi con lei anche altre attività da materasso. Voglio una vita maleducata, Voglio una vita come Van der Wieeel!

rose

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy