I Bomber del domani: Manuel “il Puccia” Pucciarelli

I Bomber del domani: Manuel “il Puccia” Pucciarelli

Siamo alla disperata ricerca di nuovi Bomber nostrani. L’eredità degli Hubner, Zampagna, Luiso o Di Napoli di questo mondo, deve essere al più presto raccolta. Certamente si è creata una voragine difficile da colmare. C’è però qualche giovane che cerca con impegno di accettare la difficile sfida.

Fanno prodezze nelle più luminose province italiane, si esibiscono in esultanze difficili persino da insultare ed entrano nel cuore dei tifosi più tamarri della Penisola. Sono ragazzi coraggiosi e per questo meritano le luci della ribalta.

 

C’è un giovane cresciuto all’ombra del fumo di Sarri che sta definitivamente sbocciando. Il nome è una garanzia, l’approccio arrogante al gioco è encomiabile, così come lo sono le giocate acrobatiche e le esultanze ignoranti (vedi linguaccia alla Del Piero o il gesto della “pucciata”, marchio della casa).

Parliamo del “Puccia” Pucciarelli. Si è sparato tutta la risalita dell’Empoli verso la massima serie, ha segnato la sua prima rete in Serie A con il Milan l’anno scorso e ora non vuole fermarsi. Ha purgato il Napoli del suo ex mentore e, proprio ieri, ha fermato la corsa del “bratellato” Zenga con un tiro a giro da vero Bomber.

Di chi ci ricorderemo tra 20 anni come autentico e rimpianto Bomber degli anni ’10? Stiamo ben attenti a questo giovane toscano che incendia il Castellani con stop e gol di questo tipo…occhio al “Puccia”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy