I cinque pianti più disperati sul gruppo del Fantacalcio

I cinque pianti più disperati sul gruppo del Fantacalcio

Che sia sabato, domenica o mercoledì poco importa: è sempre il momento giusto per piangere

Non c’è bonus che tenga. Se si vuole versare qualche lacrima non serve nemmeno cercare un video di Mazzarri o sbucciare qualche cipolla: il gruppo WhatsApp dedicato al fantacalcio è il luogo ideale per sfogare finte delusioni e rimarcare un passato ormai disperso e lontano una decina di stagioni. Ecco cinque pianti che proprio non possono mancare in ogni gruppo che si rispetti. Se non li avete mai visti o non avete mai fatto il fantacalcio o forse è ora di cambiare lega.

#5 «HAI GIA’ VINTO LA PROSSIMA» – Frase tipica partorita in vista di ogni scontro diretto. Un misto tra gufata malcelata e desiderio di scatenare la veemente reazione dell’avversario di turno. Soltanto nell’1% dei casi chi la scrive lo fa per constatare l’inferiorità della propria rosa. Forse comprare i centrali difensivi di Crotone e Palermo per risparmiare non è stata un’ideona. Ma con quella frase la possibilità che Claiton e Goldaniga segnino due gol a testa aumentano esponenzialmente.

#4 «NON MI GIOCA NESSUNO» – Pianto propiziatorio in vista della formazione. L’uscita in questione arriva nella stragrande maggioranza dei casi quando su 25 giocatori in rosa ce ne sono a disposizione ventiquattro (il venticinquesimo è Gabigol, ovviamente). Chi riesce invece a mettere insieme giusto undici titolari e mette in panchina sette infortunati non si sente mai: sta cercando la scusa migliore per cedere la squadra a qualche folle disposto ad accettare.

#3 «POSSIBILE CHE QUELLO SEGNI SEMPRE CONTRO DI ME?» – Se “quello” sia un attaccante da doppia cifra o un difensore che non segnava dai tempi delle elementari non fa alcuna differenza per chi scatena questo pianto fin troppo comune. Che fa a pugni con la statistica ma che spinge a ricordare anche l’ultimo gol subito da Pandev nel 2010.

#2 «COME HAI FATTO A VINCERE? CHE CULO HAI AVUTO?» – Capita a volte di ritrovarsi contro cinque gol, una manciata di assist ed un rigore parato dal portiere dell’avversario. Il pianto può accompagnare solo questa botta di sfiga tremenda. Tutto si risolverà a colpi di «solo con me fai questi partitoni» scatenando così teorie complottistiche e magheggi degni della peggior Fantacalciopoli.

#1 «UN ALTRO SESSANTACINQUE E MEZZO, NON NE POSSO PIU’» – Quanti 65,5 abbia collezionato chi scrive quella frase è un mistero. Probabilmente un numero compreso tra uno e due nelle precedenti quindici edizioni di fantacalcio. Il pianto in questione scatenerà un’ondata di insulti degna del derby più becero. Che proseguiranno almeno fino a metà settimana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy