Paulo Futre: quando il migliore giocatore portoghese scelse la Reggiana

Paulo Futre: quando il migliore giocatore portoghese scelse la Reggiana

C’era una volta la Serie A che ospitava i migliori calciatori del mondo. Questa è la storia di una piccola (la Reggiana) che nel 1993 si permise di acquistare il miglior calciatore lusitano del momento, nel pieno della sua carriera. Questa è la storia di Paulo Futre.

Paulo Futre, attaccante portoghese, il migliore dei suoi connazionali a cavallo tra gli anni ’80 e ’90. Un fuoriclasse che vinse la Coppa dei Campioni col Porto nel 1987 (grazie al celebre tacco di Madjer) e che si classificò secondo nel Pallone d’Oro dietro Gullit. Nominato due volte miglior calciatore della lega portoghese, vinse anche due campionati prima di salutare la sua patria per la Spagna, destinazione Atletico Madrid.

Sei anni, una quarantina di reti unite a prestazioni sublimi, gol meravigliosi e una tecnica sopraffina. Altre due Coppe del Re e l’addio a Madrid. Dopo due brevissime esperienze al Benfica e al Marsiglia, ecco finalmente il top: la Serie A. Il presidente Dal Cin, nel novembre del ’93, regalò un sogno alla città di Reggio Emilia: il fuoriclasse Paulo Futre.

Con le debite proporzioni è come se oggi Cristiano Ronaldo arrivasse a Sassuolo. Favola o racconto di fantascienza? Niente di tutti questo. Erano gli anni di Stojkovic al Verona, di Hagi al Brescia. Pochi anni prima Zico, il miglior brasiliano al mondo, scelse Udine.

E’ il 21 novembre 1993, si gioca Reggiana-Cremonese, il giorno dell’esordio di Futre. Il Mirabello di Reggio Emilia è stracolmo. Tutto sembra perfetto, persino l’esordio con gol di Paulo. Morello lo serve in scivolata, il numero 10 dei granata si invola verso la porta avversaria, con una finta fa fuori due difensori e lascia partire un tiro preciso di sinistro sul primo palo. E’ l’apoteosi. Tutto sembra perfetto…fino a otto minuti dal termine. Il terzino della Cremonese Pedroni entra duro sulle gambe del portoghese, rimediando un rosso diretto. A Futre però va molto peggio: esce in lacrime trasportato in barella. Si intuisce subito la gravità dell’infortunio. I controlli confermeranno la preoccupazione generale: tendine rotuleo saltato, stagione già finita.

Tornerà Futre, l’anno seguente. Ma quel passo felpato che lo ha reso celebre non si vedrà più. La classe è sempre la stessa, ma il recupero è complicato e la sua qualità non basta a salvare la squadra dalla retrocessione. Solo 4 reti in 12 partite. Ma l’avventura italiana non sembra ancora giunta al termine…

In vista di una tournée in Cina nell’estate del 1995, il Milan, che ha sempre apprezzato i giocatori di talento, lo convoca. Futre fa un’ottima figura: non si è dimenticato come si gioca a pallone e i ritmi blandi delle amichevoli gli permettono di mettersi in mostra. Da una tournée all’acquisto il passo è breve: Futre diventa ufficialmente calciatore del Milan. Di fatto però Paulo non vedrà praticamente mai il campo anche per via della concorrenza di stelle del calibro di Weah, Baggio, Savicevic e Simone. L’unica apparizione in rossonero del portoghese avviene l’ultima partita di campionato, ironia della sorte, proprio contro la Cremonese. Pedroni non c’è, Futre gioca 80 minuti prima della sostituzione con Roberto Baggio. Si chiude così mestamente l’avventura di Futre in Italia: quello che doveva essere un crack, si è rivelato un flop…ovviamente solo per via degli infortuni che ne hanno minato il fisico, ma non il talento.

Una carriera che lo vede ritirarsi a soli 32 anni dopo aver tentato in tutti i modi un rilancio anche in Premier League (West Ham), di nuovo all’Atletico Madrid e persino in Giappone. Gli infortuni al ginocchio però non gli hanno più dato tregua.

Come se la passa Futre oggi? Non sappiamo di cosa si occupi. Wikipedia dice che è un dirigente sportivo, ma di fatto non esercita dal 2003. Però abbiamo ripescato un numero di Playboy nel quale Futre appare in copertina con tre modelle mica male: Daria Kolesnikova, Iryna Ivanova e Catherine Elizabeth.

Bomber vero.

Futre-playboy1

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy