Dolci ritorni. A tamarro donato non si guarda in bocca

Dolci ritorni. A tamarro donato non si guarda in bocca

Non c’è dubbio. Questo è l’anno del tamarro. Abbiamo provato a liberarci degli “scappati di casa” della Serie A, ma semplicemente non ce l’abbiamo fatta. Il richiamo era troppo forte. In estate è stato il tempo del solito Cassano. Il film, per restare in tema Viperetta, è stranoto. Nessuno vuole Fantantonio, poi lui si presenta sparando un po’ di cazzate e alla fine va tutto ad amiche di Benzema e Ribery.

Atalanta BC v UC Sampdoria - Serie A

Ora ci si mette Galliani coi carichi pesanti. Sappiamo che la campagna “arriva Ibra” ha partorito il ritorno di Balo. In ogni caso, un bel tasso d’ignoranza. Gli ultimi giorni hanno però sancito l’eccessiva esposizione al sole toscano di quest’estate per il buon Adrianone.

Milanello apre le porte. Chi vuol far due palleggi può suonare che gli aprono. Il primo a rispondere presente è stato il Boa. Diciamocelo, Kevin Prince Boateng ci è un po’ mancato. La sua anima africana aveva fecondato di Bomberismo i campi italiani…e non solo i campi.

La sua performance nei panni di Michael Jackson aveva la stessa grazia e sobrietà di un Buona Domenica di Costanzo. Un vero e proprio saltimbanco Kevin Prince, capace di ogni gesto tecnico tranne quello normale. In tanti suoi gol acrobatici sembrava più un lottatore della UFC che un trequartista…e quegli “scaldabagni” ignorantissimi? Ah! Grandissimo Bomber. Bentornato!

Più difficile da leggere la notizia fresca di giornata. Urby Emanuelson, dopo aver lasciato un segno indelebile nell’Atalanta, proverà a Milanello nella speranza di un contratto. Con tutto il rispetto per l’olandese e per la sua fisicità da “scaldatore di pizzette”, la mossa fatica a trovare appigli nella ragione.

AC Milan Training & Press Conference - UEFA Champions League

Non è finita qui! Consapevole della propria somiglianza con il terzino olandese, un altro ex rossonero sta cercando di intrufolarsi a Milanello. Due indizi: indossava il numero 70 e potrebbe comodamente battere i calci piazzati…per la Nazionale di rugby.

Barbara, per l’amor del cielo, chiudi i cancelli!

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy