999: Le storie vere dei campioni mancati

999: Le storie vere dei campioni mancati

Tutti da bambini abbiamo sognato di giocare, un giorno, in Serie A. C’è chi ce l’ha fatta, chi ha sfiorato la massima categoria del Calcio italiano e chi ci è arrivato, anche se per poco tempo. A questi ultimi due gruppi Paomo Amir Tabloni (quasi giocatore di Seria A a sua volta) ha dedicato un libro, che abbiamo letto (e non c’è neanche una figura da colorare).

La storia la scrivono i vincitori, si sa, ma a volte è più interessante soffermarsi su chi non ce l’ha fatta. Questo deve aver pensato Paolo Amir Tabloni da Fidenza (PR) classe 1982 e se nasci nell’anno del Mundial di Spagna, lo stesso dei vari Kakà, Cassano, Gilardino e Adriano, è sintomo del fatto che il calcio non può che essere parte della tua vita. 999 – Le storie vere dei campioni mancati va a indagare le vite di chi non ce l’ha fatta a realizzare il sogno di giocare in serie A, o di chi quel sogno l’ha accarezzato per poco, e fra i tanti nomi c’è anche il suo, che ha giocato fra i professionisti nel Padova in C2. Il calcio non è fatto solo dagli Ibra o dai Ronaldo, ma anche dai Pietro Furini, dal quasi omonimo del neo allenatore dell’Inter Leonardo Pioli o dal “fantino che giocò in Serie A” col Piacenza tutto italiano di Gigi Cagni Gabriele Ballotta, tanti nomi non conosciuti ai più che vanno a comporre quest’opera per calciofili.

Il libro può vantare le prefazioni di Vincenzo Pincolini, già preparatore atletico di Parma, Milan e Nazionale e di Damiano Tommasi, infaticabile centrocampista della Roma e attuale presidente AIC. È patrocinato dalla stessa Associazione Italiana Calciatori, dalla Lega Nazionale Dilettanti e dall’associazione Calcio Dilettanti e Solidarietà ed è edito da Diabasis.

Francesco Sarchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy