Bomber Pruzzo: “Neymar? Il problema è pagare le pippe”

Bomber Pruzzo: “Neymar? Il problema è pagare le pippe”

Il grande bomber della Roma anni 80 ha detto la sua sul trasferimento record di Neymar al PSG e, di rimando, sul mercato di oggi. Non è che, tanto tanto, ha ragione lui…

L’uomo che era ancora pulcino e faceva pio-pio nella squadra di Oronzo Canà, è intervenuto in merito al trasferimento del secolo: l’ormai stracelebrato affare da oltre 500 milioni di euro Neymar-PSG.

In tanti hanno detto la loro su questa vicenda, ma le dichiarazioni rilasciate dall’ex attaccante giallorosso a Radio Radio ci aiutano a vedere l’assunto da un punto di vista differente, e forse anche parecchio condivisibile.

“Penso che Neymar sia un fuoriclasse e che presto vincerà anche il Pallone d’Oro. Non so se il PSG è la squadra giusta, ma lui è sicuramente di un altro livello. Non credo che questo trasferimento cambierà le regole del calciomercato, penso che sia un’eccezione. Ma dobbiamo metterci in testa che da ora in poi tutto può succedere. Scandalizza l’idea che possa costare così tanto, ma penso che sia peggio pagare cifre spropositate certi mezzi giocatori anziché puntare sui top player a livello mondiale.  Il problema sussiste quando paghi troppo delle pippe”.

neypsg

Parole decisamente chiare che aprono una questione più che mai attuale: Non è forse il mercato “normale” a essersi pericolosamente gonfiato?

Pensiamo a quanti giocatori “di raccordo” si muovano ogni estate per cifre superiori ai 30 milioni, avendo dimostrato molto poco prima, e perdendosi miseramente appena dopo. Senza fare nomi, anche in Italia profili di questo tipo sono all’ordine del giorno.

L’assurdità delle cifre del mercato di oggi, dunque, mette a nudo l’avidità dei giovani talenti del pallone, o piuttosto l’incompetenza di molti direttori sportivi?

Meditate gente, meditate…

GUARDA ANCHE:

ARRIVA IL TINDER UNITED. TUTTI A BECCARE ALL’OLD TRAFFORD!

SPAL… LA DI MAIALE. LA CENA “LURIDA” DEI BOMBER BIANCAZZURRI

FELIPE MELO INSULTA L’ALLENATORE E POI SI SCUSA: “ERO UBRIACO”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy