I sogni aiutano a vivere

I sogni aiutano a vivere

Helio Neto, difensore brasiliano della Chapecoense, è fra i tre del disastro aereo che ha colpito la squadra sudamericana. Appena svegliato dal coma indotto ha chiesto il risultato di quella maledetta finale mai giocata.

Svegliarsi in un letto d’ospedale senza sapere il perché è l’incubo di chiunque, ma Helio Neto non se n’è preoccupato subito. La sua prima domanda a chi gli era intorno è stata il risultato della finale che lui e i suoi compagni della Chapecoense avrebbero dovuto giocare contro l’Atletico Nacional. Neto non è a conoscenza della tragedia avvenuta e non lo sarà ancora per molto tempo, i medici ritengono che sarebbe uno shock troppo forte al momento, ma la sua mente è andata subito là, a quella partita giocata almeno mille volte nei suoi sogni, quella partita che un calciatore aspetta per tutta la vita. La Copa Sudamericana è stata assegnata d’ufficio alla Chape, che potrà così giocare la Libertadores, anche se in questo momento l’unico pensiero dei dirigenti è la ricostruzione, fra candidature illustri e gesti di solidarietà da tutto il mondo, ma Neto tutto questo non lo sa, lui è un ragazzo che ha sempre sognato di giocare quella finale e il suo unico pensiero è sempre quello.

 

Leggi anche:

Non è solo un gioco

E se Maicon giocasse per la Chape?

Lapo: Paura e Delirio a New York

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy