Lucas Digne, corazón blaugrana: eroe alle Ramblas

Lucas Digne, corazón blaugrana: eroe alle Ramblas

Secondo i media spagnoli, il terzino del Barcellona si trovava in casa, a Plaça de Catalunya, quando ha sentito le urla dei passanti e si è precipitato a soccorrere i feriti durante l’attentato.

Il calcio ci dona due tipi diversi di eroi. I primi sono quelli che permettono alle proprie squadre di raggiungere grandi traguardi grazie alle proprie abilità balistiche, i secondi sono quelli che, nel loro piccolo, riescono a fare qualcosa di grande per tutti noi.

Durante l’attentato di Barcellona del 17 Agosto, la squadra catalana era di riposo dopo la sconfitta in Supercoppa di Spagna e Lucas Digne, terzino del club blaugrana, si trovava in casa con sua moglie Tiziri a Plaça de Catalunya, a lato dei negozi di Passeig de Gràcia e delle terrazze e i chioschi che affollano la Rambla.

La quiete domestica della coppia è stata interrotta d’un tratto quando hanno sentito i rumori provocati dal violento impatto del furgone e le urla disperate dei passanti. Affacciatasi alla finestra, Digne e la sua dolce metà si sono trovati di fronte a uno scenario sconvolgente. La coppia si è precipitata immediatamente in strada portandosi appresso delle bottiglie d’acqua e degli asciugamani, unendosi alla moltitudine di persone che passavano nella zona durante quei tragici istanti.

La notizia è rimbalzata tardi tra le testate giornalistiche, in quanto Lucas Digne avrebbe preferito restare nell’anonimato, non reputandosi un vero eroe, dicendo che l’istinto l’ha spinto a comportarsi come molti altri che hanno prestato i primi soccorsi in attesa dell’arrivo delle ambulanze. Di fatto, Il francese non ha voluto rilasciare dichiarazioni ufficiali sull’accaduto. Solo una scatto della piazza su Instagram per lui, con le emoji di un cuore e di una preghiera, e un messaggio di cordoglio da parte di lei sotto un murales con la celeberrima frase “I see humans but no humanity” : “Il mio cordoglio va a tutte le vittime e ai loro famigliari del codardo attentato di oggi a Barcellona! Ho il cuore a pezzi.”

I coniugi Digne, come tantissimi altri eroi anonimi che hanno prestato aiuto alle persone rimaste ferite nell’attentato, meritano una standing ovation perché le stelle di Barcellona sono loro.

 

Roberto Oriunto

GUARDA ANCHE:

Ibrahimovic: “Il più forte con il quale ho mai giocato? Era un animale”

Voglio una vita come Van Der Wiel – Sardegna Edition

Amato mio, bomberissimo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy