“The normal ones”. Gli ingaggi dei meno pagati della Serie A

“The normal ones”. Gli ingaggi dei meno pagati della Serie A

Sono nella massima categoria, ma hanno stipendi “normali”. Conosciamo chi sono e quanto percepiscono i meno pagati della Serie A 2017/18.

Non se la passano male eh, intendiamoci. E nella maggioranza dei casi sono ragazzi appena approdati al grande calcio, ai margini delle loro attuali squadre, in cerca di esperienze per mettersi in luce.

Sono i calciatori meno pagati della Serie A 2017/18, e con lo stipendio di un anno arrivano insieme a coprire appena un quarto della mensilità del 18enne Donnarumma. Scopriamo chi sono:

La medaglia di legno va al 18enne romano, in forza al Sassuolo, Gianluca Scamacca. Per lui, di ruolo punta centrale, un passato nelle giovanili del PSV prima dell’approdo tra i professionisti in Emilia. Quest’anno guadagnerà 70mila euro.

scamacca

Al terzo posto troviamo Alberto Brignoli del Benevento. Lui non è un teenager, dato che di anni ne ha 26. portiere dalla carriera passata in prestito tra A, B, serie minori e Liga, vede il suo cartellino ancora nelle mani della Juventus. Anche se pare difficile possa essere lui l’erede designato di Buffon. In Campania quest’anno percepirà 50mila euro.

brignoli

Si piazza secondo il classe 99 Giuseppe Borello, del Crotone. Questa giovane ala destra, cresciuta nel vivaio dei calabresi, potrà accontentarsi di una stagione tra i grandi nella sua regione e di 40mila euro d’ingaggio.

borello

La palma del meno pagato della Serie A 2017/18 resta a Crotone, ed è conquistata dall’appena maggiorene portiere napoletano Aniello Viscovo. L’estremo difensore campano, anch’egli proveniente dal settore giovanile dei rosso blu, si dovrà accontentare, almeno per quest’anno, di 30mila euro. 

Con Donnarumma Aniello condivide età, ruolo, e regione di provenienza. Per quanto riguarda lo stipendio, invece, percepirà circa 200 volte in meno rispetto al portiere rossonero.

viscovo

Animo ragazzi, non disperate! Pensate a chi si è dovuto aprire la partita IVA.

GUARDA ANCHE:

LA GIORNATA PERFETTA? IN PALESTRA CON DILETTA! (VIDEO)

DI CANIO CON AMORE: “BORINI? BUONO… MA PER NON RETROCEDERE”

ALEX ZANARDI, IRONMAN DI NOME E DI FATTO

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy