Nissan Reporter per Roma – Real Madrid

Nissan Reporter per Roma – Real Madrid

Quando ci hanno detto che saremmo andati a vedere gli ottavi di finale Roma-Real Madrid con #NissanReporter il primo pensiero è stato: “Grazie a Dio mi perdo i 20 anni di Porta a Porta”. Scherzi a parte la possibilità che ci ha dato Nissan di vedere un’importante partita di Champions League è paragonabile a quella sensazione che hai quando la ragazza che ti piace ti dice di sì.

Carichi a pallettoni ci siamo trovati a Milano e il viaggio sulla Nissan X Trail è stato confortevole e piacevole: non poteva essere altrimenti in compagnia di quel bomberone di Nando Timoteo e la guida sicura di Gian Maria Gabbiani.

A Bologna siamo andati a prelevare i due vincitori del contest di #NissanReporter. Presentazioni, cintura di sicurezza (qualcuno era già dotato di airbag…) e via alla volta dell’Olimpico.

Dopo un viaggio trascorso commentando la recente conferma delle teorie di Einstein e un dibattito sulle asserzioni filosofiche di Hegel,  arriviamo nella Capitale!

La fame di una piatto di pasta cacio e pepe è tanta, ma il richiamo dello stadio è ancora più forte. Foto ricordo con il fidato X Trail e la maglietta di “Chiamarsi Bomber” di rappresentanza, e siamo pronti per il match.

I cori romanisti risuonano in tutta l’area circostante, ma l’emozione più forte è senza dubbio l’ingresso delle squadre in campo.

Seduti sul nostro seggiolino in Tribuna Monte Mario, abbiamo ammirato le stelle di Real e Roma in un’atmosfera che solo la Champions League ti può regalare.

Il match regala emozioni come da copione, e noi non possiamo fare altro che goderci lo spettacolo.

Il risultato è uno dei più classici (2-0 per il Real Madrid) e nel viaggio di ritorno sul nostro X Trail i commenti post partita si sprecano.

Non è finita qui: ci vediamo al ritorno.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy