Chiamarsi Bomber e i # Nissan Reporter al Bernabeu

Chiamarsi Bomber e i # Nissan Reporter al Bernabeu

Ennesima trasferta di Champions League a bordo del Nissan X-Trail grazie a #NissanReporter: per questo turno abbiamo seguito Real Madrid – Wolfsburg.

Ennesima trasferta di Champions League a bordo del Nissan X-Trail grazie a #NissanReporter: per questo turno abbiamo seguito Real Madrid – Wolfsburg, match di ritorno dei quarti di finale. All’andata i tedeschi hanno sorprendentemente battuto 2 – 0 i Galacticos, ma a Madrid tutti sapevano che la storia sarebbe andata diversamente. Ma andiamo con ordine.

IL VIAGGIO

Il nostro diario di bordo ha come inizio la città di Torino, dove vivono i due giovani #NissanReporter selezionati durante i casting e nostri compagni di viaggio in questa trasferta. Insieme al pilota professionista Gian Maria Gabbiani, abbiamo raggiunto Alberto e Gianluca, due ragazzi appassionati di calcio e dalla fede bianconera. Neanche il tempo delle presentazioni e dei primi sfottò, che era già tempo di partire. Il nostro X- Trail era carico, ma noi ancora di più.
L’atmosfera dell’equipaggio, il comfort del Nissan X-Trail e la nostra voglia di contribuire a dare vita ad uno spettacolo come il Bernabeu gremito, hanno fatto sì che un viaggio di diverse ore ci sia sembrato come fare un salto allo stadio comunale a vedere la squadra del proprio paese. Giusto con qualche migliaio di spettatori in più.
Tra pronostici sul risultato, racconti di bomber senza meriti sportivi e classifiche delle fidanzate di Cristiano Ronaldo, giungiamo allo stadio perfettamente in orario.

LA PARTITA
Appena parcheggiato il nostro X-Trail, in un attimo siamo dentro lo stadio.
Il Berbaneu è a dir poco imponente e ci accoglie a braccia aperte. Si respira un’aria pregna di tensione, aspettativa, cerveza e ancora altra cerveza,  Sui volti dei tifosi madrileni si nota subito l’ansia che li attanaglia: dopo la sconfitta dell’andata, i Galacticos devono fare una partita degna del loro nome.
E ci riescono.
Il pallino del gioco è sempre in mano alla formazione di Zidane, che con un pubblico del genere, non potrebbe essere da meno. La doppietta di Cristiano Ronaldo stende letteralmente il Wolfsburg, che nonostante tutto resiste fino ad un quarto d’ora dalla fine. La punizione del 3 a 0 finale che sancisce il passaggio del turno al Real Madrid è qualcosa di incredibile: 90.000 persone che ne scandiscono l’attesa battendo ritmicamente le mani, come se sapessero già che quel pallone sarebbe entrato in rete.

Cristiano Ronaldo 3 – Wolfsburg 0.

Chiamarsi Bomber, per #NissanReporter, Madrid.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy