“Rudiger fino a un anno fa vendeva calzini, ora fa il fenomeno”

“Rudiger fino a un anno fa vendeva calzini, ora fa il fenomeno”

Il derby si è appena concluso e puntualmente non mancano le polemiche. Procediamo con ordine.

Alla vigilia del match contro la Lazio, il difensore giallorosso Antonio Rudiger aveva in qualche modo snobbato i suoi avversari, sostenendo di non conoscere i biancocelesti e il suo allenatore.

Parole che Lulic, centrocampista tutto fare a disposizione di Simone Inzaghi, deve aver interpretato in maniera irrispettosa, tanto che il primo pensiero durante le interviste post partita è rivolto proprio al suo avversario:

Già parlava prima della partita, due anni fa a Stoccarda vendeva calzini e cinture e adesso fa il fenomeno. Non è colpa sua, è colpa di quelli che stanno intorno a lui e che fanno crescere un ragazzo maleducato. Lasciamo stare queste provocazioni che capiteranno anche in futuro. Oggi abbiamo perso, ma guardiamo avanti. Dobbiamo crescere e smettere di fare questi errori

Dalle parole del centrocampista bosniasco traspaiono l’amarezza per la sconfitta e il crimine sempre meno latente, che le dichiarazioni di Rudiger non hanno fatto altro che alimentare. La polemica è comunque morta sul nascere: nel prosieguo delle interviste, Lulic ha smorzato i toni cercando di cacciare ogni possibile risvolto razzista che le sue parole potessero prendere: “Chiedere scusa a Rüdiger? Lasciamo stare, anche i bianchi vendono i calzini”.

A gettare definitivamente acqua sul fuoco ci ha pensato la società Lazio, formalizzando le scuse.

Alla prossima puntata!

 

Guarda anche:

Nico Rosberg tifa Chievo

Curre curre guagliò!

Lapo: Paura e Delirio a New York

Zamparini si copre in difesa: arriva Dario Simic! 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy