Alessio Sabbione cacciato dal Carpi

Alessio Sabbione cacciato dal Carpi

Il jolly del Carpi Alessio Sabbione è stato escluso dalla rosa dei 25 che parteciperanno al prossimo campionato di seria A. Poteva essere uno dei protagonisti del Carpi anche nella prossima stagione, invece si è giocato il suo futuro alla corte di Castori a causa di una notte brava in discoteca. La Serie A che si era meritatamente conquistato (25 presenze, due soli da titolare, e un gol al Pescara), per ora la vedrà in tv. Ma facciamo un passo indietro.
Finita la prima parte del ritiro a Valdaora, ha deciso di “fare serata” a Reggio Emilia alla discoteca Via delle Spezie insieme a 3 compagni di squadra. Al locale ha alzato decisamente troppo il gomito: prima si è tolto la maglia, poi ha improvvisato un inedito striptease indispettendo il personale del locale addetto alla sicurezza. Uno di loro ha invitato il calciatore a calmarsi e per tutta risposta ha ottenuto una violenta aggressione che gli ha provocato una ferita in testa. Mai compiere un gesto simile con un buttafuori. Dall’aggressione alla rissa il passo è breve come un rapporto con la Nargi. Sabbione si sarebbe a quel punto nascosto dietro un cespuglio, per poi essere accompagnato al pronto soccorso in compagnia del buttafuori.

Conclude qua la sua storia con il Carpi, che già gli aveva perdonato un comportamento eccessivo a fine maggio in un bar. Lì avrebbe esagerato con una ragazza e si sarebbe scontrato col fidanzato di lei. Ora per Alessio si sarebbe aperta una possibilità nella serie cadetta, più precisamente a Crotone.

È un peccato vedere sfumare così all’improvviso l’agognata seria A. Noi siamo sostenitori del bomberismo, ma non quando rischia di minare la carriera di un giocatore.

Con cosa fa rima Sabbione?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy