Le inquietanti analogie tra l’Inter di Mourinho e la Juve di Allegri

Le inquietanti analogie tra l’Inter di Mourinho e la Juve di Allegri

Le analogie tra l’Inter di Mourinho e la Juve di Allegri mettono i brividi almeno quanto Bonera titolare sulla destra. Nel 2010 l’Inter si qualifica a stento a…

Le analogie tra l’Inter di Mourinho e la Juve di Allegri mettono i brividi almeno quanto Bonera titolare sulla destra.

Nel 2010 l’Inter si qualifica a stento arrivando seconda nel girone.
Severino, il mio barbiere di fiducia, scommette sull’Inter che alza la coppa, ai tempi quotata a 7.
In semifinale i nerazzurri giocano contro i campioni in carica: squadra spagnola dove milita il Pallone d’Oro in carica.
Passano il turno con il risultato complessivo di 3-2.
La finale si gioca nello stadio dove anni prima l’Italia ha vinto un Mondiale, e la partita si disputa tra 2 squadre che possono fare il Triplete.
Severino, il mio barbiere di fiducia, ha vinto 700 euro e non mi ha offerto mezza birra.

Quest’anno la Juventus si qualifica a stento arrivando seconda nel girone.
Il sottoscritto, memore della botta di fortuna del mio barbiere, scommette sulla Juve vincente, quotata a 7.
In semifinale i bianconeri giocano contro i campioni in carica: squadra spagnola dove gioca il Pallone d’Oro in carica. 
Passano il turno con il risultano complessivo di 3-2.
La finale si gioca nello stadio dove anni prima l’Italia ha vinto un Mondiale e la partita si disputa tra due squadre che possono fare il Triplete.
Non succede, ma se succede, state certi che Severino non vedrà nemmeno l’ombra di uno spritz.
“Il calcio è strano Beppe” cit.

Grazie a bomber Mattia (detto dagli amci Adam Kadmon) che ci ha resi partecipi di queste strane coincidenze…e un saluto al barbiere Severino!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy