Le migliori cose che abbiamo visto fare a Recoba

Le migliori cose che abbiamo visto fare a Recoba

Ci siamo ricordati della carriera di Recoba, romantica incompiuta, e ci siamo fermati ai suoi gol più belli.

Questo articolo è nato da un senso di colpa. La settimana scorsa vi abbiamo fatto una lista dei nostri bomber subentranti preferiti e in questa lista mancava uno dei calciatori migliori al mondo di quelli abituati a partire dalla panchina: El Chino Recoba. Lo abbiamo escluso consapevolmente, perché nella nostra testa c’erano solo i veri numeri nove, i rapinatori d’area dell’ultimo momento, e invece Recoba è uno che si merita un capitolo a parte (anche perché ad essere onesti non segnava sempre sempre sempre).

Anzi. Recoba è uno che non ha mai deciso niente. Spesso ha risolto delle partite con piccole squadre o ha segnato in gare compromesse, ma nell’economia di una stagione non è il nome che puoi fare per associare un successo o un insuccesso dell’Inter. Figo ha detto di lui che se avesse avuto il suo sinistro chissà cosa avrebbe potuto fare in carriera e Recoba è uno di quei soliti calciatori di cui siamo innamorati perché prendono il loro talento infinito e lo parcheggiano nel giardino di casa, e solo loro decidono – istintivamente – quando e come tirarlo fuori. Ora, Recoba è una tipologia particolare di calciatore perché a differenza di tutti i suoi colleghi della sua stessa categoria, indolenti e svogliati, lui è riuscito a farsi amare comunque dal suo pubblico. Certe volte, con la gente, si crea una sinergia incontrollabile e la relazione d’amore è impossibile da rompersi. Moratti è uno che ancora oggi ne sa qualcosa ed è grazie a lui che Recoba, nonostante la sua puntuale assenza mentale da ogni partita di cartello (mai un gol nei derby e mai un gol alla Juve), è rimasto all’Inter per tutti quegli anni: ne era sedotto e non poteva resistere all’idea che quel mancino addormentato si potesse svegliare dal nulla per far esplodere San Siro. Nove volte su dieci questo non accadeva, ma la decima era una goduria…

Nei fatti Recoba non è mai servito a niente all’Inter e solo Dio sa quanto odiamo i giocatori che segnano a gare già decise. Ma quei giocatori non hanno mai segnato come Recoba. I gol di Recoba sono stati restituzione di bellezza agli occhi delle persone che vanno allo stadio solo per incazzarsi. Sono stati attimi di luce che hanno permesso a tutti di mettere da parte il risultato. Ti hanno fatto tornare a casa, magari sconfitto, a dire: “ma che gol ha fatto El Chino”.

Questo è stato Recoba: follia imprevedibile, traiettoria disegnata col compasso e un rimpianto calcolato, non come tutti gli altri. Lui lo ha detto già prima di ritirarsi che “quando smetterò, mi dirò: che stupido che sono stato”, ma noi non ce la siamo sentita di rimuginare sul suo passato. Lo ringraziamo, ci togliamo ugualmente il cappello e gli diciamo “Grazie Chino, è stato bello comunque”. E per questo gli abbiamo dedicato una carrellata dei nostri gol preferiti.

GUARDA ANCHE:

LE AVVENTURE DEL GIOVANE HERNAN CRESPO

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy