Malesani-day: 10 anni di “Varidoianis, cazo”

Sembra ieri e son già dieci anni. Come tutti gli episodi che segnano la nostra vita, pensiamo siano sempre accaduti un attimo fa: Il rigore di Grosso, il “figa” del signor Giancarlo, un “escile” sussurrato a Emily.

Invece son proprio dieci anni dallo sfogo più famoso del web. Il Trap a Monaco, va detto, resta la pietra miliare dell’ignoranza applicata all’allenamento. L’arroganza di Malesani, mista a un “leggerissimo” accento veneto, ha però caricato la celebre sfuriata greca di un sentimento difficile da descrivere e ritrovare. Qualcosa che rende il “malakia” di Gattuso ordinaria amministrazione.

L’uomo della caduta in canottiera al Bentegodi, che pochi anni più tardi porterà alla ribalta il concetto di “mollo”, darà il suo meglio qui. Ricordandoci che non è “il siemo di turno”, che “Varidoianis è brava persona” e che il calcio è ormai una “jungla cazo”. Grazie Alberto, figa!

P.S. Pensare che il Verona non lo abbia chiamato per sostituire Mandorlini, ancora non mi fa dormire la notte.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy