“Al Real mi rubavano le scarpe”

Per qualcuno l’incontro tra Atletico Madrid e Real di questa sera sarà più di una semplice partita di cartello, molto più di un semplice derby. Per qualcuno il big match della 12esima giornata di Liga sarà una vera rivincita contro il proprio passato. Parliamo di Saul Niguez, centrocampista offensivo dei Colchoneros e delle Furie rosse.

Le dichiarazioni risalgono a qualche tempo fa, ma in clima di derby tornano quanto mai attuali. Riguardano gli anni in cui Saul vestiva la maglia delle giovanili dei blancos:

“Ciò che accadeva in campo andava tutto alla grande, ma non posso dimenticare le vicende extracalcistiche. Mi rubavano le scarpe, il cibo e mi hanno inflitto il castigo di non poter passare per Valdebebas a causa di alcune cose che tuttavia non avevo commesso. Mandarono una lettera all’allenatore dicendo che ciò che c’era scritto era opera mia, ma sinceramente io non avevo mai fatto una cosa del genere, eppure ciò non bastò per far sì che mi credessero. Avevo solo 11-12 anni e non potevo convivere con questi problemi”.

Saul ha già punito il Real nella passata stagione, con un gol che potete provare a riprodurre tranquillamente nel campetto sotto casa vostra. Buona fortuna!

 

Guarda anche:

Cagliari, il club delle rivincite

“Lo ripeto: Ibra non è un grande giocatore”

Le 5 migliori prestazioni… alcooliche

Il povero Leno e la sua serata di: “Ooooohhh, merdaaaa!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy