Bere birra fa bene!

“Bevi birra, dà carica”. Non ricordo bene chi dicesse questa frase, forse Dan Peterson, o forse era semplicemente il Bomber senza meriti sportivi dentro di me che cercava di aiutarmi alla sua maniera nei momenti di difficoltà quotidiani.

Bisogna dire che la notizia pubblicata nella giornata di ieri su Gazzetta.it ha dell’incredibile: quel nettare ottenuto dalla fermentazione del malto aromatizzato al luppolo sarebbe considerato un ottimo integratore per chi pratica abitualmente sport. Si, lo so, anche il vostro amico barista dal quale andate a reintegrare le forze dopo una partita di calcetto ve lo ripete da anni, ma avete sempre saputo che in fondo vi prendeva per il culo.

Ma tutto questo non vi è mai importato, e giustamente avete sempre reintegrato alla vostra maniera. Eccome se avete reintegrato.

“La birra è più completa di qualsiasi altro integratore energetico”, ha affermato Luca Gatteschi, medico della Nazionale di calcio.

A questo punto mantenete la calma ed evitate di correre a stappare l’ennesima birra Fidel: il medico della nostra nazionale precisa che “con un uso moderato lontano dallo sforzo, questa bevanda ha effetti positivi, e grazie alla minore quantità di zuccheri, al maggior contributo di magnesio, fosforo, calcio e complesso B, se limitata a una piccola quantità, la birra è anche più valida di un qualsiasi altro integratore energetico perché più completo”.

Ma la notizia non consola solo noi Bomber senza meriti sportivi al quarto mese di gravidanza, bensì anche le bomberine: “Le sportive, in questo caso, sono le più avvantaggiate: alcune ricerche avrebbero dimostrato una prestazione sportiva migliore il giorno dopo l’assunzione di birra. Uno studio pubblicato sull’International Journal of Sport Nutrition ha verificato che la reidratazione con birra e acqua non è inferiore a quella apportata con la sola acqua. In più le birre, soprattutto quelle artigianali e non filtrate, sono ricche di magnesio”.

Insomma, un vero e proprio toccasana dopo l’attività fisica. Altro che integratori, bevande energetiche, Polase o bicchieri di Bonarda: da domani, dopo qualsiasi sforzo scolatevi una bella birra. “Meglio quelle a bassa gradazione e artigianali, perché hanno lo stesso valore di un’aranciata. Basta che non si superino i 3-4 gradi alcolici”.

Adesso che vi abbiamo fornito queste preziose informazioni, sta a voi decidere come utilizzarle in futuro.

Se volete essere uno sportivo professionista concedetevi una piccola ogni tanto, se volete fare come Insigne fermatevi alla terza media. Se invece volete essere un Bomber … bè quello lo sapete meglio di me.

 

Fonte: Gazzetta.it

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy