Bomber in arrivo: Ever “El tanguito” Banega

Incognita se ce n’è una. Ever Banega, detto El Tanguito per il ritmo che sa dare al gioco, può essere capace di tutto. Dalle giocate più illuminanti ai “colpi di testa” più incredibili.

Enfant prodige al Boca, mezza delusione al suo approdo in Europa, playmaker dalla visione e dal ritmo di gran qualità. Ever “el tanguito” Banega è stato tutte queste cose pur nell’arco di una carriera ancora giovane.

A 19 anni è titolare nella finale del Mondiale per Club contro il Milan. Ever gioca, come si dice in Sudamerica, da volante central. Vale a dire il vero e proprio regista arretrato della squadra. Banega, anche grazie al suo baricentro basso, danza sul pallone eludendo la pressione degli avversari e dettando i tempi del gioco con naturalezza e qualità.

L’Europa, con questi presupposti, non può attendere più di tanto. Da buon latino sceglie la Liga. Si accasa al Valencia, squadra con la quale vivrà un rapporto di amore e burrasca. Il leit motiv della sua carriera è sempre lo stesso. Mostra giocate da far stropicciare gli occhi salvo poi, dopo pochi minuti, uscire dalla partita come il più ispirato de la Peña ai tempi della Lazio.

A destare scalpore sono anche le “giocate” fuori dal campo. Nella  movida valenciana pare che Ever non salti una convocazione. Fa poi notizia per essersi dato da fare con la webcam in una sexychat. Il vertice lo raggiunge però quando, nel 2012, si fracassa una caviglia venendo “investito” dalla sua stessa auto non bloccata con il freno a mano in una stazione di servizio.

Nel frattempo, da rosarino doc, riesce a giocare per i Newell’s Old Boys coronando un sogno. La sua valutazione scende drasticamente, ma al Siviglia ritrova il vecchio fuoco. Trova, forse, la maturità per diventare davvero un grande professionista.

Poteva essere un fenomeno, ha rischiato di bruciarsi come una meteora. Semplicemente “el tanguito” Banega è un talento calcistico dalle chiare luci e dalle fitte ombre. Prendere o lasciare. Per gli estimatori dei ritmi del futbol argentino, è sempre prendere.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy