Bomber Science: Le ragazze in completo “da calcio” ci attizzano di più?

Posto che ci attizzano anche le ragazze vestite da ausiliari del traffico, ci ingrifa particolarmente la ragazza in abiti calcistici? Credo di sì, ma proviamo a svelare il perché.

Chiamarsi Bomber indaga la mente dei propri seguaci chiedendosi se e, nel caso, perché ci attizzino particolarmente le fanciulle vestite in completo da calcio. E per completo intendo maglia, pantaloncini e calzettoni compresi. I nostri amici “cagnacci” della difesa forse non rinuncerebbero nemmeno allo scarpino a 6 con tacchetto di ferro, ma questa è una devianza che rimandiamo agli specialisti.

Il calcio, per molti di noi, è veramente inscindibile dalla vita reale. Prima o poi tutti finiamo per fantasticare su partite, improbabili imprese o vittorie che ci vedono protagonisti, anche se l’età ormai sarebbe quella della ragione. Questo è ciò che ci piace. Sicuramente a Crotone, il giorno della promozione, almeno un folle sognatore ha pensato di cucirsi lo scudetto sul petto a maggio e, magari, di segnare anche il gol decisivo allo Scida.

C’è dunque una grande componente mistica nel rapporto fra tifoso e squadra del cuore. Quest’ultima può occupare, per tutto il tempo della giornata, il cervello del Bomber. Solo un’altra cosa riesce, e qui arriviamo al punto, a spezzare questo monopolio: la figa, ovviamente.

Ed è in questa dinamica che dobbiamo cercare l’origine della fantasia che ci vuole ingrifati come caproni di montagna nel momento in cui sogniamo la fanciulla delle nostre brame, con in dosso la maglia della nostra squadra. Si crea in questo modo una sorta di ancestrale mix tra la nostra voglia di giocare a calcio e guardare partite tutto il giorno e, al contempo, copulare per tutto quanto il tempo dello stesso sopracitato giorno.

La nostra ragazza “calzettonata”, “pantaloncinata” e “magliettata” con i nostri colori va aldilà di una semplice fantasia erotica. Assurge invece al ruolo di massima e primaria fonte di energia per il nostro cervello superiore, come per quello che risiede più in basso, che alla fine si fa sempre quel che vuole lui, ma ci si diverte.

Poi, ovviamente, tutti i postulati scientifici vanno supportati da una prova empirica. La teoria ci conforta. Fossi in voi però, confermerei l’assunto con le immagini qui sopra…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy