Borriello I d’Ibiza. L’impero su cui non tramonta mai il sole

Grazie al primo gol con la Spal, Marco Borriello ha realizzato almeno una rete con la maglia di dodici Club di Serie A. Eguagliato Nick “Dinamite” Amoruso.

La bandiera dell’Imperator Borriello sventola da ieri sera anche nel cielo di Ferrara. Non c’è italica latitudine che, dal 2003 a oggi, non abbia visto piantato a terra il vessillo del Bomber campano. 12 maglie di Serie A in 14 anni e cartellino timbrato in ognuna di queste incarnazioni.

Non è certo il simbolo della stabilità e della fedeltà, l’implacabile Marco. Dimostra però grande volontà e, su tutte, una capacità innata di buttarla dentro. Escluse le due parentesi di Milan e Roma (durate due stagioni), il carattere (non sempre facile), le occasioni e le ambizioni, lo hanno fatto spostare ogni anno o, addirittura, anche due volte nella stessa stagione.

L’infinito elenco di casacche vestite in Serie A recita: Empoli, Reggina, Sampdoria, Treviso, Milan, Genoa, Roma, Juventus, Carpi, Atalanta, Cagliari e Spal. 96 gol nella massima serie, con la miglior stagione a Genova nel 2007/08 (19 reti).

Prolifico e inafferrabile così come nell’altro “affare di famiglia”: La figa. Nello stesso lasso di tempo, e citiamo solo le fiamme note e celebri, ne conquista più o meno altrettante: Belen, Nina Senicar, Madalina Ghenea, Camila Morais, Nicole Minetti, Susanna Petrone e, quella attuale, la clamorosa Top Model brasiliana Larissa Schmidt. Anche in questa specialità le bandierine di Borriello sono piazzate su tutto il mappamondo. Con Sudamerica ed Est Europa in testa.

Nel mezzo poi, gli ormai proverbiali banchetti estivi in villa del nostro Imperatore. Tanta musica, tanto divertimento ma, in fin dei conti, l’ennesima scusa per farsi sommergere da tonnellate di femmine.

Caro Marco, sei davvero da record! Quando si tratta di “metterla” in giro per la Penisola, sei proprio di stirpe reale.

GUARDA ANCHE:

DA MSN A LOL. L’ORO BLAUGRANA SU DEMBELE

PALLONE DORICO. LA FINE DELL’ANCONA CALCIO

È INSIEME “SCHICK” E TOP. IL COLPO DELL’INTER SI CHIAMA SABRINA HAMMAMI (GALLERY)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy