Buon compleanno “Mostro”

Compie oggi 34 anni uno dei talenti più cristallini e controversi della sua generazione. Buon compleanno a Franck Ribery, leader contro.

Oggi è il 34esimo compleanno di uno dei giocatori più talentuosi di questo millennio. Ha vinto, segnato e incantato molto. Valutandone la carriera però, non ha mai goduto della piena celebrazione internazionale.

Nell’anno di grazia 2013 il Pallone d’oro sembrava suo, in virtù del suo grado di trascinatore del Bayern campione di tutto. Il premio finì invece a Cristiano Ronaldo… più gradito, più bello, chissà. Un premio come quello Franck forse non lo avrebbe mai vinto in nessun caso. Lui è sempre stato giocatore e uomo contro, decisamente ai margini dell’establishment calcistico internazionale.

A 22 anni ha lasciato la Francia, dopo la sua prima stagione in Ligue 1, per giocare in Turchia, nel Galatasaray. Dopo una sola stagione è approdato all’OM. Qui è letteralmente esploso mostrando rabbia, tecnica e velocità. E nella “periferica” Marsiglia ha anche trovato il suo habitat naturale.

Frank ha l’aspetto e la tenacia di un ragazzo di periferia. Non certo perfetto, non certo patinato, ma che si guadagna con le unghie e con i denti tutto ciò che gli arriva. Ed è precoce infatti, l’ascesa del talento francese. Il picco del giovane Ribery è il Mondiale tedesco.

In finale va anche vicinissimo al gol che ci avrebbe condannato a una cocente delusione. Le pagine francesi quella sera saranno tutte per Zidane, ma il folletto del Marsiglia è ormai un top player.

Un anno più tardi, infatti, non può che cedere alle lusinghe del Bayern Monaco. Lontano dal sud della Francia sembra destinato a fare il girovago, ma a Monaco, al di là di tutte le previsioni, trova equilibrio e un ambiente che lo adotta. La sua consacrazione a migliore tra i migliori tuttavia non arriverà mai.

Le figure di Messi e Ronaldo sono troppo ingombranti. Poi c’è quella caviglia, che nel 2015 lo lascia fuori dal campo per addirittura 9 mesi. Per il Bayern resta comunque il talento più fulgido di questo millennio, capace di guizzi da fenomeno assoluto.

Oggi, a 34 anni, ha probabilmente già dato il meglio di sé. Attenzione però, perché uno così è nato per far rimangiare la parola ai detrattori. Tanti auguri Frank, “Mostro” di bravura.

GUARDA ANCHE:

LA CRICCA DI ALVARO

IL GIOCATORE PIÙ VINCENTE D’EUROPA

ALZALA ALTA CAPITANO… MA NON C’È PIÙ IL PODIO

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy