Casillas fa panca al Porto. Perché? dipendenza da…

Il campione del mondo spagnolo Iker Casillas è finito a far panchina al Porto. Di mezzo non ci sarebbe l’età dell’esperto portiere, ma una sua mania…

No, non ha esagerato con la bella compagna Sara Carbonero. Come un ragazzetto di prima superiore, Iker Casillas avrebbe invece abusato del suo I-Phone. A riportarlo è il quotidiano portoghese A Bola, secondo cui il campione del mondo spagnolo sarebbe stato relegato in panchina dal tecnico del Porto Conçeicao, a causa dell’eccessivo e disturbante utilizzo dei social, e più in generale dello smartphone.

Sui profili di Iker sarebbero comparsi contenuti non graditi dall’allenatore e dal suo staff, poiché riguardanti dinamiche interne allo spogliatoio che non dovrebbero essere rese pubbliche. Per il giornale portoghese, la bandiera 36enne della generazione d’oro spagnola, sarebbe dunque un “maniaco” dello smartphone. Proprio come quei quattordicenni ormai sempre meno persuasi dalle coetanee e dai motorini, ma che si emozionano quando compare un nuovo filtro di Instagram o Snapchat.

Secondo questa ricostruzione, Casillas si comporterebbe come un vero e proprio “bimbominkia” sempre pronto a riprendere, pubblicare e commentare tutto quello che succede in casa Porto. In via ufficiale, Conçeicao ha negato qualsiasi genere di provvedimento disciplinare ai danni dell’ex Madrid che però, intanto, rimane seduto in panca.

Sia tutto vero, o solo una montatura mediatica, caro Iker ascoltaci: posa il telefono, che lì sopra non c’è niente di meglio di quella che ti aspetta a casa.

GUARDA ANCHE:

UN EROE DI NOME OLIVER KRAGL

LA TOP 11 DEGLI AFRICANI PIÙ FORTI DI SEMPRE

MARIA GARCIA IN CAICEDO… LA PREFERITA DAGLI AQUILOTTI

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy