Gli fanno il “cucchiaio” e lui picchia avversario ed arbitro

Siamo nelle Marche e durante una partita del famigerato “campionato dottori commercialisti ed esperti contabili”, avviene qualcosa di incredibile. Un portiere picchia l’avversario e l’arbitro per…un cucchiaio.

Il “cucchiaio” a volte può essere indigesto. Siamo nelle Marche e durante una partita del famigerato “campionato dottori commercialisti ed esperti contabili” svoltasi allo stadio delle Saline di Senigallia, avviene qualcosa di incredibile. Sarò l’atmosfera che accompagna la sentitissima partita tra i commercialisti di Ancona e i colleghi di Avezzano, ma ad un certo punto succede l’imponderabile. Il portiere abruzzese subisce un gol “alla Panenka” annullato per gioco fermo (fuorigioco). Questo cucchiaio scatena gli applausi e le risate del pubblico presente e…

“A quel punto il raptus del portiere ospite. Nello slancio colpisce l’avversario, reo di averlo a suo modo deriso, con una ginocchiata. Scoppia una rissa e l’arbitro della sezione Aia di Ancona espelle subito il portiere che dapprima rifila uno schiaffo al direttore di gara e non pago lo afferra mettendogli le mani sul viso nel tentativo di dargli una testata. Non credevo a quello che stavo vedendo” è il racconto del signor Patrizio Vetulli, spettatore presente, al Resto del Carlino.

Il signor Vetulli rincara la dose: “E’ un distinto signore di mezza età che mette le mani addosso ad un ragazzino di sì e no 20 anni. Mi alzo subito e vado via dallo stadio proprio quando l’arbitro decide di sospendere la partita. Non ci sono parole”.

Nel video i rigori con “cucchiaio” più ridicoli.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy