Mo je frego er cucchiaio! Leo ha scippato il Pupone

Non è stato il primo a presentarlo in una grande competizione, ma fu Panenka all’Europeo del 76, e non è stato l’unico a portarlo agli onori delle cronache (pensiamo a Ramos e Pirlo sempre agli Europei, nel 2012). Il Pupone nazionale, però, con quella arrogantissima decisione all’interno di una delle più grandi partite della storia degli Azzurri, aveva di certo guadagnato il diritto di rinominare quel gesto tanto ardito, prima d’allora conosciuto come “scavetto”. Da quel momento in poi, con tutta l’Amsterdam Arena lasciata di sasso, sarà invece per tutti “er cucchiaio”.

Gli alieni del Barcellona, che stanno decisamente esagerando in questo periodo, vogliono tuttavia prendersi tutto quello che possono in questi anni di grazia. Il più alieno di tutti, Leo Messi, ha messo gli occhi proprio sul “cucchiaio”. La Pulce però, mai banale, non si accontenta di esibirsi dal dischetto, come i protagonisti prima citati. Si diverte, bensì, a sedere portieri di due metri e farli “fessi” a pochi centimetri dal loro naso, e in media dopo 4 o 5 dribbling a venti all’ora.

boabla

Almunia, Neuer (e insieme a lui Jerome “Blatter” Boateng) e Szczesny sono le vittime più illustri, trafitte nelle notti europee al Camp Nou. Tutti sanno che sta per farlo, tutti sanno che lo farà, ma poi ce la fa lo stesso.

Non prenderti tutto Leo! Lasciaci almeno le rabone senza senso di Bacca!

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy