Finalmente ci siamo! La prima dell’Islanda e delle islandesi

L’Islanda si prepara al debutto in una fase finale di una competizione internazionale. La domanda vera è: Quanta figa ci sarà sugli spalti?

Li abbiamo conosciuti e abbiamo descritto le indubbie qualità della loro terra in occasione della qualificazione (qui l’articolo). Adesso è il momento di fare sul serio. Pur avendo tentato di partecipare ai Mondiali dal 1950 e agli Europei dal 1960, oggi l’Islanda è alla prima partita ufficiale nella fase finale di una competizione internazionale.

Il battesimo sarà contro il Portogallo del “brillantinato” Cristiano e del “carboidratato” Quaresma.

Potremmo vedere di tutto, in campo come fuori. Soprattutto sarà interessante vedere quali “soggetti” si presenteranno al seguito della Nazionale nordica. Le alternative sono molteplici e davvero difficili da pronosticare.

Potrebbe non presentarsi nessuno, in pieno Chievo style. Oppure, a differenza di quei simpaticoni che seguono la propria Nazionale con il copricapo vichingo, potrebbero presentarsi dei vichinghi veri e propri, in nave e con le fiaccole. O ancora una moltitudine di sbronzi che cercheranno di abbordare Cristiano Ronaldo scambiandolo per una culturista ben curata.

Oppure, e questo è ciò che ci auguriamo, una marea di “Figa Time” ambulanti abbordate a loro volta da Cristiano Ronaldo, che invece ci vede bene.

Visto però che siamo una pagina imperniata sul bel calcio, dobbiamo anche presentare la gara dal punto di vista tecnico. Queste le probabili formazioni:

PORTOGALLO: Ronaldo e altra gente.

ISLANDA: Tutta della gente col nome che finisce in “son”, compreso il talismano della squadra Skulason.

Ecco, mi sembra tutto. Buon divertimento!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy