La favola di Wendell Lira: dalla Serie D al “Puskas”

Voi sapete chi è Wendell Lira? Se non sapete minimamente chi sia, non preoccupatevi. Wendell Lira è un attaccante 26enne di Goias, Stato centrale del Brasile. Ma non stiamo parlando del nuovo Neymar…

Da Signor Nessuno al “Puskas”

Se non è una nuova promessa del calcio perché vi parliamo di lui? Semplice, Wendell sarà l’unico brasiliano a concorrere per l’ambito premio “Puskas” per il gol più bello della stagione 2015. Lui e altri 9 finalisti tra i quali spiccano i nomi di Messi, di Tevez, di Mexes e di Florenzi.

La Fifa non ha potuto ignorare il suo gol siglato il 12 marzo durante un poco appetibile match di Serie D tra Goianésia (sua ex squadra) e Atletico Goianiense. Un colpo di genio, un capolavoro di acrobazia: “un mix tra una mezza rovesciata e un colpo di kung fu” lo ha definito proprio lui.

Ma la stagione di Wendell Lira non è stata particolarmente positiva. Una seconda orribile metà ha spinto il suo club a cederlo in Serie C alla Tombense-MG. Ma le cose sono anche peggiorate dato che da settembre Wendell Lira è addirittura disoccupato. Una carriera falcidiata dagli infortuni che non gli ha fatto mantenere gli standard di giovane promessa al pari di alcuni suoi ex compagni delle giovanili quali Douglas del Barcellona e Toloi dell’Atalanta.

“Ho pensato di lasciare il calcio almeno 500 volte. E’ stato molto difficile. Mi sono rotto due volte i legamenti del ginocchio e dopo la fine del contratto col Goias sono rimasto senza squadra per tre mesi” ha raccontato Wendell in un’intervista a Globoesporte.

A novembre arriva la svolta della sua carriera: l’inserimento da parte della Fifa del suo nome tra i 10 finalisti del “Puskas”. Il fatto che, come anticipato, sia l’unico brasiliano in lotta gli ha fatto guadagnare la simpatia e la sponsorizzazione di alcuni influenti giornalisti locali, tipo William Bonnier, e di altri calciatori come l’ex Milan Ricardo Oliveira.

Sui social è subito partito l’hashtag #BoraVotarnoWendell in suo onore, per provare a vincere questa sfida quasi impossibile contro mostri sacri come Messi. Certamente Wendell ha l’appoggio di tutti i brasiliani che stanno intasando di voti il sito della Fifa (votazione libera) per spingerlo tra i tre finalisti del premio. Proprio domani, 30 novembre, verrà resa nota la classifica finale.

Nel frattempo questa inaspettata popolarità gli ha permesso di trovare un nuovo contratto a partire dal 2016 con una squadra di Serie B, il Vila Nova.

Sognare si può. Wendell ha capito che tutto è davvero possibile.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy