Gabbia & Zaza. Bomber in Francia dalla panca

Possono i Bomber italiani più forti in circolazione essere due che giocano quanto farebbe Bonera nel Barcellona? A quanto pare sì. Ci prepariamo ad affrontare la campagna francese di quest’estate con la convinzione che Gabbia e Zaza, i due Bomber in questione, possano essere i più adatti per renderci pericolosi.

Allo stesso tempo Conte li può vedere in azione per il tempo in cui resisterebbe un soffritto in casa Cassano. Quando si palesano, però, hai davvero l’impressione possano reggere il colpo. Il sinistro del Gabbia è qualcosa di pirotecnico. Tanto meniamo il torrone con Gareth Bale ma l’italiano, sul piano balistico, ha poco da invidiare. Poi ha le spalle come un armadio, corre e si sbatte fin quando può e fin dove riesce ad arrivare.

Zaza, dalla sua, ha un istinto e una rapidità d’esecuzione davvero innati. Prova ne è il fatto che come entra la butta dentro. Questo accade solo quando il gesto nasce naturale. Zaza non ha bisogno di sbattersi nella mischia una mezzora per scaldarsi. Se la palla buona arriva, sa cosa fare. Alle volte mostra ancora un’aria un po’ strafottente, ma di voglia ce ne mette eccome.

Giovani, motivati, talentuosi e in piena lotta scudetto. Lotta che però, molto spesso, vivono con le chiappe riscaldate da una poltrona. Il problema fondamentale, poi, rimane uno. Chi gli sta davanti, effettivamente, lo merita. Quando hai la sfortuna, di questi tempi, di avere un compagno d’attacco che viene dall’Argentina, sei fregato. A quello che sta a Milano dicono che non fa i gol di un cinquantenne ma, in linea di massima, se davanti a te vedi albiceleste è un casino.

Il Gabbia ha provato a migrare (pessima battuta, scusate) al Wolsfburg ma ADL e Sarri, comprensibilmente, hanno posto il veto. Zaza, quando può giocare e segnare, cerca di sfruttare al massimo le interviste per far capire che, fosse per lui, si “trapianterebbe” persino il look di Conte se servisse ad andare in Francia quest’estate.

Destinati alla panca per vincere, ma anche forti e pronti, col rischio di stare a guardare anche in Nazionale. Che giramento Dy-bala (scusate ancora). Noi, comunque, siamo con voi Bombers. Tenete duro!

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy