Giovani Bomber: “Mambo Politano”

In questo calcio italiano ancora alla ricerca di una nuova linea di talenti, sta emergendo un ragazzo fantasioso e spettacolare, quanto pratico. Il suo nome è Matteo Politano.

Anche qualche fregatura “esterofila” di troppo presa da Club grandi e piccoli, non ha evidentemente destato l’attenzione di direttori sportivi e tifosi in generale. La cantilena del “pensa che giocatori avevamo una volta”, non solo è noiosa come una Balotellata, ma non rispecchia nemmeno la realtà.

Chi vuole continuare a guardarsi indietro, elevando con moto nostalgico anche la carriera di Iaquinta, è libero di farlo. Non si arrabbi però se, a un certo punto, qualcuno insorga dicendogli: “sì bravo, ma adesso mi hai scassato il membro!”.

Fortunatamente in Italia, a calcio ci giocano ancora tutti; e qualcuno è anche bravino. Matteo Politano, per esempio, somiglia proprio a uno di quei decantati esterni d’attacco di marca spagnola. Dribbla con velocità, precisione e fantasia, poi al momento di arrivare alla conclusione fa esplodere il mancino verso la porta. Nessuno ora vuol dire che siamo davanti a un Messi in salsa romana, semplicemente cerchiamo di dare a chi dimostra talento e impegno il giusto merito.

Considerato poi che, non più tardi di un anno fa, la Roma (dove è cresciuto) lo ha riportato a casa solamente alle buste, per girarlo immediatamente in prestito con diritto di riscatto fissato a 3 milioni e mezzo al Sassuolo. Non proprio il trattamento che si riserva a un poco più che ventenne dalle grandi speranze. Guanti che invece si riservano senza indugi a Gerson, che di anni ne ha 17, ed è considerato un crack internazionale.

Il Sassuolo ora se lo gode Politano. E nonostante la sconfitta pesante, Matteo ha incantato mercoledì al cospetto del suo ex Club. Non abbiamo solo sporadici baby-fenomeni o stranieri strapagati. Per chi sa apprezzare il bel gioco senza torcere troppo il collo al passato, il ritmo di Politano è una gioia per gli occhi.

Noi facciamo il tifo per Bomber Politano! Dio solo sa quanto serva un po’ di fantasia alla nostra Nazionale.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy