HALL OF FIGA: Samantha De Grenet

Sta per tornare alla ribalta una delle più conturbanti bellezze sbocciate nei dorati anni novanta. I suoi ricci e e sue curve meritano un posto d’onore nella Hall of Figa.

Oggi celebriamo il grande ritorno sulle scene di un’icona bomberesca d’inizio millennio. Tanti di noi, a cavallo tra i novanta e i primi duemila, si affacciavano adolescenti al vorticoso mondo dell’ossessione per il gentil sesso. D’un tratto il più grande sogno non era ricevere in dono il Megazord trasformabile dei Power Rangers, ma la compagna di banco.

Questa  nuova passione vedeva nelle Power fighe della tv la massima espressione e aspirazione. E proprio in quegli anni ancora spensierati, s’imponeva prepotente a mandare in tilt le nostre sinapsi, un’amazzone ricciola e prosperosa.

Il nome tradisce una nobile discendenza; Il seno una primordiale abbondanza. La fisicata assolutamente poderosa e lo sguardo mediterraneo, fanno presagire l’abbonamento dall’ortopedico per chi dovesse avere l’onore di conquistarla.

E poi cazzo, mi guardo le sue foto e i suoi video di quegli anni (date un’occhiatina sopra) e mi viene in mente Wozzup, o altre cafonate televisive tipo Candid Angels. Mi torna in testa il Siemens C35, e il mio Aprilia Sonic, guidato con il casco “a scodella” che non ti salvava manco da uno schiaffo di Rovazzi.

A tutto questo mi fa pensare Samantha de Grenet, che a vent’anni era un dea; certo. Ma non sapete che curiosità ho di vederla ora nei panni (mi auguro pochi) di “naufraga hot”. Speriamo in bene, và. Intanto introduciamola ufficialmente nella Hall of Figa:

SAMANTHA DE GRENET: Per aver, con la sua giunonica e selvaggia sensualità, avvicinato tanti Bombers alla televisione spazzatura. Tra le più meritevoli rappresentanti dell’Eta dell’Oro dei “sexy calendari”, merita un posto d’onore nei nostri cuori, nelle officine, e nell’aurea elìte qui osannata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy