“IL” Bomber azzurro. La media d’oro del Bobo Mondiale

L’Italia affonda senza gol e Bomber. Quanto sarebbe servito un trascinatore offensivo come Bobo nazionale. La sua media gol ai Mondiali era pazzesca.

15 gol in meno della Spagna nel girone, e zero in due partite alla Svezia nello spareggio. Il sogno mondiale degli azzurri si spegne, tra le altre cause, per l’assenza di un terminale offensivo degno della nostra grande tradizione.

Tra i più grandi di questa categoria c’è ovviamente il Bobone nazionale, particolarmente efficace in zona gol anche al cospetto di un gioco di squadra non sempre spumeggiante. Proprio quel che sarebbe servito tra Solna e Milano negli ultimi quattro giorni. Se il record di gol complessivi in maglia azzurra appartiene alla leggenda Gigi Riva con 35 centri, Vieri è stato invece in assoluto il nostro miglior marcatore nelle fasi finali dei Mondiali.

Con 9 gol divide il primato insieme a Roberto Baggio e Pablito Rossi. La sua media realizzativa è però unica e straordinaria. Il Bomber per eccellenza ha infatti disputato solamente due edizioni dei Mondiali, per appena 9 presenze complessive. I conti sono abbastanza facili: Bobone ai Mondiali ne metteva uno a partita.

Impallinò Cile, due volte il Camerun, Austria e Norvegia nel 1998. Segnò poi due reti all’Ecuador, e una a Croazia e Corea nel 2002.

Quando piombò su Francia 98 come un meteorite, l’intero paese s’innamorò. Una forza inarrestabile che trascinava la squadra, grazie a un inebriante cocktail d’istinto, tecnica, e forza pura. Anche se non visse il lieto fine, quelle prestazioni straordinarie sono rimaste nella memoria.

Con un po’ di malinconia, soprattutto in queste ore, scorriamo le immagini di quei gesti barbari. Con la speranza che un centravanti come si deve (Gallo mi raccomando) possa tornare presto a trascinarci.

GUARDA ANCHE:

RISSA VIERI-LINEKER: LA COLPA È DI BENZEMA!  

ANNO ZERO. IL 2006 NON ESISTE PIÙ

L’SMS DI BUFFON A ZAZZARONI

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy