La finta “rissa” tra Neymar e Semedo

Sulla genuinità della lite tra Neymar e Semedo, che ha infiammato il ritiro del Barcellona, c’è più di un dubbio. Non è che il brasiliano cerchi un pretesto per partire?

Nel calciomercato di oggi anche questo è possibile. Succede che, nelle ultime settimane, un Club dal budget illimitato come il PSG si dimostri interessato a pagare per intero la clausola rescissoria da 222 milioni che blinda Neymar al Barcellona.

Succede anche che i dirigenti del PSG offrano un contratto da 150 milioni di euro per 5 anni al giocatore, visto che al Barça Neymar non ci è solo blindato, ma ci sta anche piuttosto bene. Succede poi che il rumor di tale offerta, in principio bollato solo come tale, diventi sempre più insistente, costringendo le parti a uscire allo scoperto.

Il Club catalano si dice subito sicuro della permanenza di O’Ney. Il giocatore, almeno in un primo tempo, glissa dicendosi felice nella sua attuale squadra. Questo almeno per un po’. Poi arriva la pausa scenica, rappresentata da giorni di silenzi e “non detti” ingombrantissimi.

Fino al punto, e siamo all’episodio in questione, in cui c’è da prendere un’inequivocabile posizione. Dirigenti del Barcellona e compagni del brasiliano, ormai indispettiti, passano l’ideale patata bollente a Neymar chiedendo chiarezza. Quest’ultimo, per tutta risposta, prende la palla al balzo.

Quale migliore occasione per fare un po’ di sano vittimismo,  se non un bel contrasto in allenamento con l’ultimo arrivato? La “vittima” è il portoghese Semedo, ex Benfica. Un contatto, una spinta, e la classica sceneggiata del “tenetemi o l’ammazzo”.

Tutto a telecamere spente, i giornalisti avevano abbandonato la sessione d’allenamento, ma a smartphone ben accesi. Ed era difficile pensare non ce ne fossero.

Insomma, l’ambiente è contro Neymar che, ormai ridotto a un agnello sacrificale, abbandonerà controvoglia l’amato blaugrana per vestire il molto simile blu e porpora del Paris.

A Neymà! Vatti pure a pigliare ‘sti 30 e passa milioni all’anno a Parigi (e fai bene ndr.), ma evita queste “merolate” se puoi. Mal si sposano a un talento del tuo livello.

GUARDA ANCHE:

UN TEDESCO DI GERMANIA. SARÀ IL NOSTRO MOURINHO?

UN SINIS(TRO)A SENZA TEMPO (VIDEO)

LETTERA DI RINGRAZIAMENTO A RONALDINHO

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy