La RAI vuole licenziare Trapattoni

La Rai pensa a “esonerare” l’ex-ct dal ruolo di conduttore. Lui risponde: “Le opinioni sono come le palle: ognuno ha le sue”.

Commenta per primo!

Da qualche tempo le “frizzanti” (si fa per dire…) partite della nostra cara Nazionale sono commentate niente meno che da Giovanni Trapattoni, uno che di calcio ne capisce. L’ex ct da allenatore aveva deliziato il pubblico di mezzo mondo con i suoi celebri e fantasiosi aforismi difficilmente decifrabili e con colorite performance in panchina (ricordiamo la boccettina con l’acqua santa durante i Mondiali del 2002 per esempio).

La sua carriera da commentatore televisivo, però, non è mai decollata completamente e sta rischiando di arrestarsi definitivamente.

Mentre i Panzer tedeschi ci grattugiavano come pezzi di Parmigiano, il Trap si è lasciato un po’ troppo andare con bomberate che hanno fatto presto il giro del web. Un bel “Porco Zio” si è sentito distintamente fino a Shanghai. Pare sia volato pure un “Porca Puttana”. Il risultato ? In RAI non hanno gradito e qualcuno ha pensato che forse è il caso di sostituire il 77enne ex-CT della Nazionale. Ritmo blando, una voce che va e viene, pochi commenti tecnici e tante esclamazioni da tifoso: lo stile del Trap non piace ai vertici RAI. Il popolo italiano, invece, si divide in due, tra favorevoli e contrari alle telecronache trapattoniane.

Noi bomber difendiamo il Trap. E’ vero, trasmette l’energia di un bradipo narcolettico, però non si può biasimarlo per un “Porco Zio” o un “Porca Puttana”: ha espresso le idee di tutti noi davanti alla TV  mentre assistevamo inermi al massacro dei nostri Azzurri!

Mentre “mamma” RAI discute sul futuro del nostro bomberone, il Trap ha commentato la vicenda con un delicato colpo di fioretto:

 

“A me non me ne frega niente delle opinioni di questi soloni. Le opinioni sono come le palle: ognuno ha le sue”

 

Oplà.

Inoltre ha aggiunto: “”Io sono nel calcio da 50 anni e qualcosa ho contato. Delle opinioni degli altri non me ne frega nulla. Io non faccio il giornalista, ma vivo le situazioni tecniche e vivo il calcio in maniera genuina. Ognuno faccia il suo mestiere e chi vuole fare bla bla lo faccia pure”.

 

Noi siamo con te bomber!

 

Don’t say Trap if you don’t have the Trap in the sack.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy