Sebastian Pol, l’Eric Cantona argentino

Non ha il talento di “King Eric”, neanche il suo carisma, sicuramente non sarà mai conosciuto come la leggenda francese, ma il buon Sebastian, per un pomeriggio, ha emulato le gesta della stella del Manchester United.

Londra, Sellhurst Park, 25 gennaio 1995. Per ogni appassionato di calcio queste sono le coordinate del calcio più famoso nella storia del calcio (e scusate il gioco di parole). Erik Cantona, appena sostituito durante un Crystal Palace – Manchester United, dirigendosi verso gli spogliatoi decise di farsi giustizia da solo rifilando un calcio volante (che successivamente verrà nominato “alla Chuck Norris”) ad un tifoso avversario, reo di averlo sfottuto. Il Francese “se la cavò” con otto mesi di squalifica e 20mila sterline di multa. Un gesto unico, almeno fino a qualche giorno fa quando Sebastian Pol, attaccante argentino militante nella Primera Division cilena dell’Audax Italiano, al termine del derby contro l’Universidad Catolica perso dalla propria squadra per 4 – 1, ha deciso di scavalcare le protezioni che separano i tifosi dal campo di gioco per andare a scalciare un tifoso avversario, colpendolo alla testa e a un braccio approfittando della distrazione collettiva, causata dal proprio portiere Nicolas Peric che, per non far mancare niente ai tifosi accorsi allo stadio, stava litigando con la panchina avversaria.

Dopo il fattaccio il buon Sebastian Pol si è rifugiato prontamente negli spogliatoio, ma, ahilui, le forze dell’ordine (anzi, i Carabineros) sono arrivati a prelevarlo pochi minuti dopo per portarlo in caserma per l’identificazione e l’arresto. Il caldo attaccante ha passato una notte in prigione ed ora dovrà stare lontano dal campo almeno 20 giorni, necessari per le indagini, rischia, oltre a una squalifica esemplare in campionato, fino a due anni di reclusione. Forse, a 28 anni suonati, Pol imparerà a tenere a freno i propri istinti criminali.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy