Segna un rigore e festeggia bevendo birra

Dite a Balotelli (e non solo a lui) che l’esultanza è sinonimo di goduria. E’ il momento più bello del gol: sei ancora in trance agonistica, con l’adrenalina a mille e puoi fare di tutto.

Questa è la storia di un’esultanza da bomber. Nel campionato danese Nicki Bille Nielsen, attaccante dell’Esbjerg, va dal dischetto nei minuti di recupero della partita contro l’Hobro. Anzi, i tre minuti sono scaduti, quando parte la rincorsa dell’attaccante con un passato poco glorioso alla Reggina e al Villarreal.

“Il tiro e il gol” commenterebbe Carlo Nesti. Nicki permette alla sua squadra in extremis di pareggiare il conto: è il 2-2. L’attaccante corre verso i suoi tifosi, uno ha in mano una birra e nel caos sembra porgergliela come ad omaggiarlo. Nicki non si fa pregare e la beve alla goccia. In realtà la metà probabilmente gli finisce addosso. E’ stordito, è felice. Ora è anche alticcio. Bravo bomber, ci ricorderemo per un po’ la tua esultanza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy