Swansea, ecco chi è Francesco Guidolin !

Commenta per primo!

Negli spogliatoi del Liberty Stadium i giocatori dello Swansea quando hanno saputo che il tecnico italiano sarebbe diventato il loro allenatore, sono cascati dal pero.“Guidolin chiiiiii?!” (quasi cit. del compianto Mosca).  “Lo abbiamo cercato su Google, e adesso sappiamo tutto di lui”. Non lo conoscevano.  A svelarlo questa tristissima situazione è stato Ashley Williams, autore del gol vittoria nel match contro il Watford, al quale Guidolin, tra l’altro, ha assistito dalla tribuna. Non contento Ashley Williams ha poi aggiunto:

 “Domenica sera l’ho cercato su Google. Sono sicuro che abbiano fatto lo stesso tutti i miei compagni di squadra. Ora sappiamo tutto del suo passato, ma non ci interessa molto chi è arrivato. Ci hanno detto: ‘Questo è il vostro allenatore’. Noi dobbiamo ascoltarlo, dare il massimo e aiutarlo ad ambientarsi il più in fretta possibile

Cari ingrati giocatori dello Swansea vi diciamo noi chi è Francesco Guidolin!

Nato a Castelfranco Veneto il 3 ottobre 1955.

Francesco_Guidolin,_Verona_1983-84

Ha iniziato la sua carriera sulla panchina del famigerato Giorgione (il nome fa ridere tantissimo ma esiste davvero) nel campionato Serie C2 1988-1989, conclusosi con la retrocessione in Serie D. L’anno successivo cambia aria e guida il Treviso in Serie C2 e poi Fano, Empoli e Ravenna in Serie C1. Con il Ravenna conquista la sua prima promozione in Serie B. Il 15 luglio 1993 l’esordio in Serie A con l’Atalanta in Serie A. Non passa molto tempo e  il 2 novembre fu esonerato per pessimo rendimento.

Nel 1994 Francesco riparte dal Vicenza e qui vive forse la sua favola più bella.

Nella stagione Serie B 1994-1995, conquista il 3º posto, riportando la squadra in Serie A dopo sedici anni. Nella stagione 1996-1997 vince la Coppa Italia dopo aver battuto il Napoli in finale per 3-0. L’avventura in Coppa delle Coppe nella stagione successiva lo porta fino alla semifinale persa contro il Chelsea di Zola, Leboeuf, Di Matteo e Vialli.

Il 17 maggio 1998 a fine campionato lascia Vicenza dopo quattro anni meravigliosi.

Ha poi allenato Udinese, Bologna, Palermo, Genoa, Monaco, Parma.

A Palermo trova il mangia-allenatori Zamparini che lo esonera ripetutamente per poi richiamarlo indietro poco dopo. Di lui Guidolin dichiarò:

“Zamparini è il miglior presidente del mondo, dal martedì alla domenica”

Alla fine ritorna a Udine dove rimane 4 anni. Buoni risultati e due qualificazioni Champions sfiorate malgrado una società che gli cambia 14 giocatori all’anno, vende i migliori e li rimpiazza con rifugiati politici raccattati nei migliori campi profughi dell’ONU.

Le sue lacrime a fine intervista erano una consuetudine. Lui, Francesco, il buono del calcio. Il mister morbido e tranquillo. Mai una parolaccia. Le lacrime, i pianti, la disperazione: per forza. Come fai a non piangere con Maicosuel detto O’ Mago che ti fa uscire dalla Champions con un cucchiaio da brividi?

1453803-maico

 

Il 27 febbraio 2012 vince la “Panchina d’oro”. Meritata.

Buona fortuna a Guidolin per la sua nuova avventura. Quelli dello Swansea si ricorderanno di te, vedrai.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy