The Vardy Rules. Tutti a dieta con Jamie

Nuove indiscrezioni sulla dieta del più letale Bomber d’Inghilterra. Se pensate a dei sacrifici, allora non conoscete il personaggio. La macchina speciale Jamie Vardy, va a benzina speciale.

Quante volte è capitato, anche nel magico mondo del calcio amatoriale, di trovare quel Mister un po’ troppo invasato da pretendere un particolare regime alimentare. Di solito questa pratica finisce con un’indigestione di ricavati del maiale alla seconda di campionato.

Finalmente anche tra i professionisti c’è chi ha il coraggio di confessare la propria speciale “dieta del campione”. L’eroe del popolo Jamie Vardy non è speciale solamente per i pazzeschi gol che realizza, ma soprattutto per la benzina che infila nel motore per caricarsi.

Dal punto di vista dei cibi solidi, Jamie si spacca di frittate e fagioli già nelle prime ore della giornata. Per passare il tempo, tra uno spuntino e l’altro, una bella masticata di tabacco capace di lasciare quella freschezza unica prima di allenamenti o appuntamenti galanti.

Le vere regole d’oro arrivano però quando si parla di liquidi. L’acqua sembra completamente sparire da questa lista, perdendo quell’importanza che troppi salutisti le concedono. A differenza però di tanti connazionali, Jamie preferisce alla pienezza della birra, le “botte” di energia di superalcolici ed energy drink.

Gli ultimi regolano il fabbisogno durante il giorno, i primi rappresentano il carburante. Con la vodka insaporisce le caramelle, con il porto travasato in una comoda bottiglietta di plastica, si prepara a meglio per le partite.

Ah, poi è quello che sprinta a cento all’ora fino al novantesimo ed è secco come un chiodo. Metabolismo o super-poteri? Ranieri, all’inizio, provò a rimetterlo sulla retta via; poi, visti i risultati, si diede decisamente pac

Si dice sempre di prendere esempio dagli sportivi, no?…finalmente possiamo farlo!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy